Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Chiusi in auto sotto il sole: bimbo e cane liberati dalla Polstrada

Lo sportello dell'auto si è chuso e i genitori hanno chiesto aiuto alla polizia

Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 15:37
Il minivan dove sono rimasti chiusi un bimbo e il suo cane

Pisa, 6 settembre 2018 -  La Polizia Stradale di Pisa ha salvato Jan, un bimbo di due anni rimasto chiuso all’interno di un Minivan insieme a Mila, la sua toller di tre anni. E’ accaduto ieri appena fuori dalla Fi.PI.Li., prima di Pisa, quando i poliziotti della sezione, impegnati a presidiare quella importante strada, hanno notato due persone che si sbracciavano. Erano marito e moglie originari della Repubblica Ceca, in vacanza a Calambrone con il figlioletto e il loro inseparabile cane. I due erano molto agitati perché non riuscivano più ad aprire la portiera del loro Volkswagen. Infatti, per pagare il parcheggio alla biglietteria automatica avevano lasciato le chiavi nel cruscotto dell’auto, lasciandovi dentro Jan e Mila.

All’improvviso lo sportello si è chiuso e, nonostante gli sforzi e le botte sulla maniglia, non ne voleva sapere di riaprirsi. Il sole rovente stava trasformando l’abitacolo in una fornace. I poliziotti non ci hanno pensato un attimo e, aiutandosi con un martelletto in dotazione, hanno rotto uno dei vetri del Minivan per liberare i due imprigionati. Tutto è durato poco, tant’è che Jan che Mila non si sono accorti di niente. Scansata la tragedia e superato lo spavento i genitori hanno ringraziato i poliziotti e proseguito il viaggio. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.