Un mutuo sostegno propiziato dai fondi ministeriali: le direttrici sono gli aiuti a una categoria di lavoratori colpita in pieno dall’emergenza Coronavirus, e l’affiancamento alle fasce della popolazione più in difficoltà di fronte al protrarsi della pandemia. È l’obiettivo che intende raggiungere il Bonus Taxi e Ncc per il quale il Comune di Pisa mette a disposizione circa 195mila euro: "Una misura importante, che offre un valido aiuto sia agli operatori di un settore fermo da un anno – commenta l’assessore al Commercio e al Turismo Paolo Pesciatini -, sia ai destinatari dello sconto. Questi...

Un mutuo sostegno propiziato dai fondi ministeriali: le direttrici sono gli aiuti a una categoria di lavoratori colpita in pieno dall’emergenza Coronavirus, e l’affiancamento alle fasce della popolazione più in difficoltà di fronte al protrarsi della pandemia. È l’obiettivo che intende raggiungere il Bonus Taxi e Ncc per il quale il Comune di Pisa mette a disposizione circa 195mila euro: "Una misura importante, che offre un valido aiuto sia agli operatori di un settore fermo da un anno – commenta l’assessore al Commercio e al Turismo Paolo Pesciatini -, sia ai destinatari dello sconto. Questi aiuti si sommano al contributo di 46mila euro che, nei mesi scorsi, il Comune ha erogato per l’adeguamento dei veicoli alle normative anti-Covid". Nello specifico, possono accedere al contributo i residenti nel Comune con invalidità riconosciuta pari o superiore al 33% o beneficiari della Legge 1041992; gli appartenenti a nuclei familiari in difficoltà economica con Isee inferiore a 25mila euro; le persone in ridotta mobilità anche momentanea, purché certificabile; le donne in gravidanza; le persone con malattie certificabili dallo specialista di riferimento; gli over 65. Una platea ampia che vedrà garantito il 50% della spesa sostenuta, che non potrà superare i 20 euro per ciascun viaggio: il bonus terminerà il 30 giugno.

"Il nostro auspicio – commentano Riccardo Scali, presidente di Cotapi, e Claudio Sbrana, responsabile di Cna Taxi -, è che questo provvedimento venga esteso fino al 31 dicembre. Anche il 2021 infatti sarà fortemente influenzato dalla pandemia e dalle relative restrizioni. I sindacati sono al tavolo con i ministeri per ottenere questo allungamento, e contestualmente stanno lavorando anche per allargare la platea dei fruitori". Per accedere alla misura è necessario presentare istanza mediante il sistema on line del Comune di Pisa entro le ore 12 del 30 giugno 2021. Per avere supporto alla compilazione online, il richiedente può rivolgersi gratuitamente agli sportelli di facilitazione: Centro Polivalente San Zeno (via San Zeno 17) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12; Parrocchia di San Ranieri al Cep (Piazza San Ranieri 1) il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 18. Il contributo verrà erogato ai cittadini che presentano un Isee inferiore a 25mila euro attraverso voucher cartacei da utilizzare al momento del pagamento della corsa; le altre categorie dovranno rendicontare la spesa con ricevute a norma di legge rilasciata da taxi o Ncc, da presentare entro e non oltre il 9 luglio 2021 e da inviare per posta elettronica all’Ufficio Sociale. "Sono stati riaperti anche i termini per richiedere i buoni ‘Taxi amico’ – commenta l’assessore alle Politiche sociali Gianna Gambaccini -. Anche in questo caso si tratta di una misura destinata alle fasce più fragili". Gli over 75 residenti a Pisa, con un Isee inferiore a 20mila euro, possono presentare la domanda di accesso ai buoni entro il 30 giugno: i moduli sono scaricabili dal sito della Società della Salute.

Andrea Martino