Un’altra aggressione in carcere. Domenica alle 19:30 "un detenuto italiano, nel tentativo di aggredire un medico e l’infermiera", si è poi scagliato contro un agente di polizia penitenziaria (ha 5 giorni di prognosi), accorso in difesa dei sanitari, "strattonandolo più volte contro il cancello della stanza detentiva". E’ la ricostruzione di Uilpa polizia penitenziaria. "Gli episodi verificatisi negli ultimi mesi ai danni degli agenti, costituiscono un evidente segnale di come i detenuti stiano adottando spesso una strategia della tensione e dell’intimidazione nei confronti della penitenziaria che, gestisce la sicurezza nelle carceri e garantisce all’interno delle stesse il rispetto della legalità. Auspichiamo che l’Amministrazione sappia trovare una soluzione immediata".