Pisa, 16 maggio 2018 - "La Notte Europea dei Musei" torna anche quest'anno con la sua 14ma edizione.

L’iniziativa, nata con il patrocinio del Consiglio d’Europa, Unesco e Icom per valorizzare l’identità culturale europea e che coinvolge i musei di tutta Europa, rientra nella programmazione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Per l’occasione oltre 3000 musei apriranno le loro porte al pubblico.

Tra questi, anche quelli del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pisa, che saranno aperti e visitabili gratuitamente dalle 21 alle 23 (ad eccezione della mostra “Robert Doisneau. Pescatore d’immagini” al Museo della Grafica e degli acquari e della mostra “Dinosauri: predatori e prede” al Museo di Storia Naturale).

Un’opportunità per conoscere da vicino questi luoghi di scambio, di incontro e di apprendimento, che giocano un ruolo fondamentale nella trasmissione del patrimonio storico, artistico e scientifico dell’Università e della città di Pisa.

Il Museo della Grafica a Palazzo Lanfranchi (Lungarno Galilei, 9) rimarrà aperto con orario continuato fino alle 23. Un’occasione da non perdere per visitare le mostre “Robert Doisneau. Pescatore d’immagini”, una selezione di 70 immagini in bianco e nero di uno dei più importanti fotografi del Novecento e “Navigare tra segni. Sardegna e Toscana nell’incisione tra XX e XXI secolo”, un affascinante viaggio tra le opere dei maggiori protagonisti dell’incisione in Sardegna e Toscana dal ‘900 a oggi.

Sono inoltre aperti, con ingresso gratuito dalle 21 alle 23, la Gipsoteca di Arte Antica (piazza S. Paolo All’Orto, 20), le Collezioni Egittologiche (via San Frediano 12), il Museo Botanico (via Roma, 56). Alla Gipsoteca saranno organizzate visite guidate, gestite in collaborazione con gli studenti dell’Università di Pisa e dell’alternanza scuola lavoro, mentre le Collezioni Egittologiche potranno essere visitate sperimentando la nuova applicazione gratuita scaricabile da izi.travel. Apertura dalle 21 alle 23, ingresso libero e visite guidate anche al Museo degli Strumenti di Fisica, alla Ludoteca Scientifica e al Museo degli Strumenti per il Calcolo (Via Bonanno Pisano, 2), dove sarà possibile, eccezionalmente, visitare ancora la mostra, tra scienza e arte, “Congetture isomorfe“, di Francesco Zavattari. Sarà offerto un piccolo rinfresco a tutti i visitatori.

Infine, apertura straordinaria dalle 21 alle 23 al Museo di Storia Naturale (via Roma, Calci), dove è allestita la mostra temporanea “Dinosauri: predatori e prede” che consente un sensazionale viaggio nel Mesozoico alla scoperta delle strategie di sopravvivenza. Durante la serata sono previste inoltre attività dedicate ai microrganismi a cura di esperti e ricercatori della Società Italiana di Protistologia (SIP) onlus.