Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
26 apr 2022

Il punto sulla B: scatto decisivo del Lecce verso la promozione, dietro resta la bagarre

Ai salentini sarà sufficiente vincere una delle ultime due partite per staccare il biglietto per la Serie A. La lotta per il secondo posto resta aperta a cinque squadre. Il Crotone vince ma retrocede in Serie C

26 apr 2022
I tifosi nerazzurri presenti al "Via del mare"
I tifosi nerazzurri presenti al "Via del mare"
I tifosi nerazzurri presenti al "Via del mare"
I tifosi nerazzurri presenti al "Via del mare"

Pisa, 26 aprile 2022 – Forse la corsa in vetta è arrivata al primo snodo cruciale. A due giornate dal termine della stagione regolare, e questo la dice lunga sull’estremo equilibrio che regna nelle zone altissime della classifica dallo scorso agosto. Il Lecce liquida con il più classico dei 2-0 il Pisa nello scontro diretto del Via del mare e, complici i risultati delle altre contendenti, fa tre passi decisivi verso la promozione diretta. I salentini adesso occupano la vetta della classifica con 68 punti: ne basteranno altri tre nelle ultime due gare per staccare il biglietto per il Paradiso. Scorrendo il calendario, il compito che attende gli uomini di Baroni è tutt’altro che proibitivo: sabato 30 aprile andranno a Vicenza, assetato di vittoria e all’ultima spiaggia nella corsa alla salvezza; poi però il 6 maggio arriverà al “Via del mare” il Pordenone, ultimo.
Alle spalle dei salentini la bagarre non trova soluzione di continuità. La Cremonese getta al vento un match point pazzesco e si complica la vita andando a perdere di schianto in casa del Crotone: un 3-1 che racconta molto poco delle difficoltà caratteriali e di gioco incontrate dai grigiorossi, che adesso tremano. L’unica consolazione è che, insieme a loro, perdono o non vincono tutte le altre. Il Monza fa ancora peggio dei rivali lombardi andando a incassare un poker disastroso a Frosinone (4-1), rimanendo così al terzo posto con 64 punti. Il Pisa rimane a 63 dopo la sconfitta di Lecce, ma paradossalmente guadagna la quarta posizione grazie alla classifica avulsa nei confronti di Benevento e Brescia. Sanniti e Rondinelle sono appaiati in classifica ma restano dietro per gli scontri diretti. I campani perdono clamorosamente in casa contro la Ternana (fuori dai giochi per i playoff) e i lombardi si fanno acciuffare sul pari dalla Spal al 94’ (1-1). Anche per gli ultimi due posti dei playoff la lotta è aperta a tre formazioni. L’Ascoli sale a 59 punti dopo il pareggio interno con il Cittadella, il Frosinone va a 58, il Perugia non molla e con la vittoria sul Parma va a 55 punti.
Capitolo retrocessione e playout: anche qua la faccenda è parecchio incerta, nonostante sia arrivato il secondo verdetto stagionale. Il successo sulla Cremonese non serve a niente al Crotone, che retrocede direttamente in Serie C. Al terzultimo posto c’è il Vicenza che tiene vive le residue speranze di agganciare i playout vincendo in casa del Como: i biancorossi sono a 28 punti, a tre lunghezze dal Cosenza che liquida 3-1 il Pordenone e resta attaccato all’Alessandria. I grigi non riescono a superare la resistenza della Reggina e ottengono un solo punto, salendo a quota 33. Non è ancora sicura della salvezza, anzi, la Spal con i suoi 36 punti. Anche in questo caso si deciderà tutto nelle ultime due giornate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?