L'esultanza di Martina Batini (foto tratta dal sito del CONI)
L'esultanza di Martina Batini (foto tratta dal sito del CONI)

La mamma-atleta è pronta, decisa a farsi valere. Martina Batini da Pisa è una delle esordienti più attese a “Tokyo 2020” e non solo tra le azzurre. Nata nella città della Torre pendente il 17 aprile 1989, la fiorettista di 186 centimetri per 80 chilogrammi di peso forma, è una delle madri-atlete del Team Italia, Cresciuta alla scuola dei campioni di Antonio Di Ciolo, vivrà il suo sogno olimpico a 32 anni, a coronamento di una carriera che l’ha vista già brillare a livello mondiale con 3 ori, 1 argento in squadra e 1 argento individuale e altrettante medaglie a livello continentale.

Ma la nostra, tesserata per il Gruppo Sportivo dei Carabinieri, non è grande soltanto sulla pedana, col fioretto: si è laureata, infatti, in Ingegneria gestionale. Appassionata di musica (ha studiato pianoforte e batteria), è impegnata a tempo pieno dal piccolo Leonardo, che in Giappone farà il tifo per lei con il babbo Matteo Tagliariol (oro nella spada individuale e bronzo a squadre a Pechino 2008), uno che di medaglie olimpiche se ne intende.

Gianluca Barni