Il sindaco Luca Baroncini al Tettuccio con Carrara e il ministro Garavaglia
Il sindaco Luca Baroncini al Tettuccio con Carrara e il ministro Garavaglia

Montecatini Terme, 26 luglio 2021 - La città continua a ricevere felicitazioni da parte di vari esponenti del mondo politico per l’inserimento nel patrimonio Unesco. L’augurio comune è che questa importante nomina porti ripresa economica e occupazione, in una realtà stremata dalla pandemia. Il ministro degli esteri Luigi Di Maio (Cinque Stelle) sottolinea come "l’iscrizione di Montecatini e degli affreschi di Padova tra i siti dell’Unesco sia motivo di soddisfazione e orgoglio. Il risultato testimonia la straordinaria ricchezza del nostro patrimonio culturale".
Il sottosegretario al Lavoro Tiziana Nisini (Lega) sottolinea come questa notizia renda tutti i toscani orgogliosi di poter vantare un prezioso gioiello culturale nella nostra regione, inserito nel circuito delle grandi Terme d’Europa. Anche dal punti di vista occupazionale auspico che questo riconoscimento possa contribuire in modo concreto a sostenere il settore termale colpito dalla pandemia. Al sindaco Luca Baroncini ( nella foto , al Tettuccio con Carrara e il ministro Garavaglia) e alla comunità di Montecatini i miei complimenti per questo successo".
Il consigliere regionale Marco Niccolai (Pd) ricorda che "il percorso è iniziato oltre dieci anni fa e che, tra le molte difficoltà che comporta il raggiungimento del più importante riconoscimento esistente nel mondo per i beni culturali, ha dovuto vincere anche scetticismo e diffidenza". Anche l’ex deputato e attuale consigliere di minoranza Edoardo Fanucci (Italia Viva) festeggia la nomina. "Montecatini Terme nell’Unesco: il sogno diventa realtà – ribadisce – Nel 2009, con una lettera inviata alle famiglie, definivo al primo punto, la mia priorità tra tutte le priorità: le Terme nell’Unesco Anni di lavoro, da vicesindaco, prima, e in parlamento poi, con le amministrazioni guidate da Giuseppe Bellandi, hanno permesso di raggiungere un risultato che sembrava impossibile. Adesso il Sindaco Baroncini taglia il traguardo, ne sono felice, perché è la nostra comunità a vincere. Non un partito. Non uno schieramento. Ma una città. Adesso festeggiamo, insieme. Mettiamo a valore questo risultato, per una rinascita solida e duratura della nostra amata Montecatini Terme d’Europa e del mondo".
Dopo la pioggia di congratulazioni, per la città adesso, passata o quasi la pioggia di congratulazioni, inizia la parte più difficile: far fruttare in termini promozionali il riconoscimento ottenuto, riportando un po’ di ossigeno all’economia locale. La privatizzazione delle Terme prosegue, ha ricordato il sindaco Baroncini e almeno il Comune dovrebbe rimanere con una quota minoritaria.
Daniele Bernardini