Salvatore La Porta, questore di Pistoia
Salvatore La Porta, questore di Pistoia

Montecatini 30 novembre 2018 - Il Palaterme potrà ospitare fino a 1300 persone, domenica prossima, per la sfida tra Montecatini ed Empoli per il campionato nazionale di serie B di pallacanestro. Il sindaco Giuseppe Bellandi, questa mattina, firmerà e notificherà a tutti i soggetti interessati il decreto con cui autorizza l’accesso del pubblico, pur in assenza dei collaudi finali di un lavoro appena completato all’interno della struttura. La procedura, in questo momento, è seguita dai vigili del fuoco, ma non è ancora terminata. Nell’ordinanza inviata mercoledì mattina al Comune, Salvatore La Porta, questore di Pistoia, ha invitato Bellandi a emanare un provvedimento del genere, in mancanza delle certificazioni relative ai collaudi ancora da finire a breve, come sembra. 


Resta più complesso invece il discorso legato allo stadio comunale Mariotti. I lavori relativi all’impianto elettrico, la cui gara si è conclusa la scorsa estate, non sono ancora iniziati. In questo caso il sindaco sembra destinato a dover emettere più decreti per consentire l’accesso del pubblico alle prossime gare che si terranno nella struttura. Le partite, secondo l’ipotesi più probabile, potrebbe iniziare tra mezz’ora e un’ora prima, per sfruttare più luce possibile. In ogni caso il pubblico potrà assistere dalle tribune soltanto grazie al decreto del sindaco, finché non saranno terminati i lavori. 

Intanto prosegue la polemica delle forze di opposizione sul modo in cui il Comune ha gestito la vicenda relativa agli impianti sportivi e l’ordinanza inviata dal questore. Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale attacca il sindaco Bellandi e la sua giunta. «Ci duole rimarcare – sottolinea Fdi-An – che quando noi denunciavamo i problemi di agibilità del Palaterme e dello stadio comunale, già ai tempi di Special Olympics, venivamo additati come pretestuosi polemici. Se invece di finanziare ghirigori al Palaterme avessero accantonato risorse per gli interventi necessari, magari non saremmo passati su Sky Arte, ma quantomeno avremmo risparmiato questa figuraccia alla città di Montecatini».

Bruno Ialuna, assessore alla cultura, replica a stretto giro di posta alle critiche. «Capisco che siamo in campagna elettorale – sottolinea – ma se i Fratelli d’Italia fossero stati presenti alle partite giocate al palazzetto prima della realizzazione dell’opera, che dopo 18 anni, ha consentito per la prima volta di pulire e fare manutenzione sul tetto, si sarebbero accorti che, quando pioveva, era impossibile andare a prendere il caffè al bar della struttura senza fare il bagno. I 18mila euro spesi sono serviti alla manutenzione che, grazie agli sponsor di Sky, è stata fatta in modo ben più ampio».