Il luogo dell'incidente (foto Goiorani) e, nel riquadro, la vittima: Romulo Sta Ana
Il luogo dell'incidente (foto Goiorani) e, nel riquadro, la vittima: Romulo Sta Ana

Montecatini Terme (Pistoia), 31 gennaio 2021 - Morire a 47 anni, lasciare una giovane moglie vedova (Leanne) e due figlie senza papà. Romulo Sta Ana, 47 anni, filippino, se n'è andato mentre lavorava come rider, nuovo modo di definire i fattorini che portano pasti a domicilio. Un lavoro che ha conosciuto un vero e proprio boom soprattutto con l'asporto forzato di questi mesi di pandemia.

Il 47enne stava andando a ritirare il pasto ordinato da un cliente con l'app per portarglielo a domicilio. Sabato sera, intorno alle 20, ha parcheggiato il furgoncino in un piazzale vicino a una stazione di servizio in via Camporcioni, a Montecatini, mentre era buio e pioveva a dirotto. Una strada trafficata, poca visibilità. Ma per raggiungere il locale del ritiro Romulo doveva attraversare la strada: in quel momento è arrivata una Mercedes, il conducente (che poi è risultato negativo all'alcoltest di prassi) non lo ha visto nemmeno, come avrebbe riferito alle forze dell'ordine arrivate in seguito. Romulo è morto sul colpo, inutili i soccorsi del 118 anche se l'automedica ha provato a praticare la rianimazione.

"Siamo purtroppo a piangere l’ennesimo morto sul lavoro - dicono dalla Cgil e in particolare dal Nidil Cgil, la sezione che si occupa di "Nuove identità di lavoro" - una vittima di un lavoro che nel food delivery presenta poche tutele e che per raggiungere livelli di reddito esigui costringe i lavoratori a correre per fare una consegna in più. L’obbligo dell’assicurazione Inail per i riders è stato un primo risultato della mobilitazione di questi lavoratori, ma la tutela della salute e delle sicurezza va perseguita svincolando definitivamente i salari dalla logica del cottimo che porta ad un insano innalzamento dei ritmi di consegna e dei conseguenti rischi sul lavoro. Le piattaforme digitali straccino il contratto farsa siglato con Ugl e rivedano le proprie posizioni sui temi della sicurezza, della paga oraria e del minimo garantito contro il cottimo. Nidil e Cgil Pistoia mettono a disposizione della famiglia gli strumenti di tutela e assistenza necessaria, esprimendo le più sentite condoglianze".

La moglie della vittima, Leanne, ha ricevuto centinaia di messaggi di condoglianze sulla sua pagina di Facebook sotto al post dove ha pubblicato numerose foto di Romulo e uno stringato, doloro messaggio: "Aiutami a superare tutto questo, amore mio".