Il reparto prevenzione crimine prosegue i controlli in città
Il reparto prevenzione crimine prosegue i controlli in città

Montecatini, 9 marzo 2018 - Il reparto  prevenzione crimine della polizia torna in città da Firenze e, insieme agli agenti del commissariato, diretto dal vicequestore Mara Ferasin, dà il via a una serie di controlli straordinari nelle ore notturne. La speciale task force del ministero degli interni, ideata negli anni Novanta per garantire maggiori verifiche nei territori con evidenti difficoltà e carenze di organico, è stata di nuovo in azione a Montecatini, mercoledì, dopo le 20, per  avviare un programma di verifiche nelle ore più a rischio durante la bella stagione.

L’attività si è protratta ben oltre l’una, con una presenza continua tra il centro e alcune zone periferiche per fare La task force della polizia, l’articolazione più competente per quanto riguarda il controllo del territorio, ha rivolto particolare attenzione alle persone presenti a Montecatini, a piedi o in macchina, durante l’orario dei controlli. Le verifiche durante la fascia serale, infatti, possono consentire di intercettare tutti quei soggetti capaci di creare i danni più pesanti, dai reati predatori a quelli, più in generale contro le persone, senza dimenticare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Per far fronte a questo problema, tra l’altro, la polizia ha organizzato numerosi servizi all’interno dei parchi cittadini e nelle due stazioni ferroviarie. La sinergia tra il reparto prevenzione crimine, ormai una presenza costante in città, grazie alla programmazione portata avanti dal vicequestore Ferasin e dal questore Salvatore La Porta, e gli agenti del commissariato consente senza dubbio un’azione di controllo maggiore, a beneficio della sicurezza. I risultati riportati dalle operazioni condotte insieme dalle due realtà, inoltre, consentono di attestare quelli che sono i bisogni legati all’organico della polizia sul territorio.

Un’attività questa che rappresenta la base sulla quale, da Roma, saranno decisi eventuali potenziamenti di organico sul territorio, anche se, come hanno ricordato più volte i sindacati, il problema prioritario appare quello di riportare il numero degli operatori ai livelli minimi previsti. La polizia, nei prossimi mesi, proseguirà, anche insieme alle altre forze dell’ordine, l’attività di controllo del territorio, senza dimenticare il monitoraggio nelle ore notturne, una fascia assai delicata. Quest’estate, tra l’altro, in tutta la Valdinievole, saranno fatti controlli più intensi, anche da parte di carabinieri e vigili urbani, per combattere l’abuso di alcolici da parte di minorenni, colpendo anche le attività che non rispettano la normativa in materia.