Ambulanza
Ambulanza

Larciano (Pistoia), 1 novembre 2018 - Aveva investito un pedone che camminava con un deambulatore e poi era fuggito. Ma ora il giovane, un 24enne residente in provincia di Firenze, è stato scoperto e denunciato dal personale dell’ufficio unico di polizia municipale di Larciano e Lamporecchio. L’episodio si era verificato venerdì in via Luacchi, la strada che dalla «Monsummanese», conduce a via Matteotti. L’uomo, che come detto, cammina appoggiandosi ad un deambulatore, era stato sbalzato a terra, dopo essere stato urtato da un autocarro. L’uomo nell’impatto era rimasto ferito ed era dovuto ricorrere alle cure mediche. Mentre il giovane autista si era dato alla fuga. Dopo l’incidente gli agenti della polizia municipale dell’ufficio unico di lamrciano e Lamporecchio si sono messi al lavoro per cercare di rintracciare il pirata della strada.

Pochi gli elementi in mano agli investigatori: il racconto del ferito e piccoli particolari aggiunti da alcuni testimoni. Ma è stato proprio da questi piccoli particolari sul mezzo pesante che gli agenti sono riusciti a risalire al mezzo e quindi al conducente. Gli agenti hanno infatti cominciato a visionare i filmati di sorveglianza di varie telecamere per alcuni chilometri, prima e dopo il luogo dell’incidente. Alla fine mettendo insieme tutti gli elementi dell’intricato puzzle gli agenti sono riusciti a risalire al giovane che è stato denunciato per i reati aggravati di fuga ed omissione speciale di soccorso in incidente stradale con feriti. Inoltre il responsabile sarà ora segnalato alla Prefettura di Pistoia per gli adempimenti connessi alla sospensione della patente da uno a cinque anni.

"Come ormai consolidato, il rapporto fra cittadini e Polizia Municipale – fanno sapere dall’ufficio unico – è stato fondamentale per la risoluzione del caso, mostrando, ognuno per quanto di propria competenza, disponibilità e collaborazione per la risoluzione del caso. A tutti coloro che hanno prestato la loro opera per aiutarci ad individuare il responsabile, va il nostro ringraziamento".