La ricetta “Food&Book“. Cultura tutta da gustare

Attesissimo ritorno della manifestazione tra incontri, workshop e dibattiti. Giovani al centro con la partecipazione dell’Istituto alberghiero Martini .

La ricetta “Food&Book“. Cultura tutta da gustare

La ricetta “Food&Book“. Cultura tutta da gustare

Torna in città, dal 26 al 29 ottobre, “Food&Book“, la manifestazione con scrittori e autori che nei loro libri raccontano il cibo, e chef che il cibo lo presentano con le loro ricette e spesso in libri di successo. Montecatini Terme ospiterà la nona edizione del festival che quest’anno si svilupperà in più sedi: le Terme Tettuccio, sede tradizionale di “Food&Book“, le Terme Tamerici e il Palazzo del Turismo, edificio del secolo scorso che dopo anni di inutilizzo è stato recuperato dall’amministrazione comunale. La kermesse è stata presentata ieri mattina in una conferenza stampa al Media Center Sassoli a palazzo del Pegaso. A presentare il festival c’erano Marco Casucci vicepresidente del Consiglio regionale, Luciana Bartolini consigliera regionale, Alessandro Sartoni assessore alla cultura di Montecatini Terme, Sergio Auricchio e Stefano Carboni direttori del festival, lo chef Marcello Leoni e lo scrittore Leonardo Gori. Il festival è organizzato dall’Associazione Eureka, in collaborazione con Agra Editrice e Leggere, con il sostegno del Comune di Montecatini Terme e il patrocinio della Regione Toscana e della Associazione nazionale dirigenti scolastici. "Un’edizione che arriva dopo il periodo del Covid - ha detto il vicesindaco di Montecatini, Alessandro Sartoni - e affronteremo temi importanti per la nostra città: dal tema dell’olio al tema dell’occupazione legato alla ristorazione e agli alberghi. Il tema principale sarà ancora il cibo legato alla cultura".

Partner fondamentale del festival è senza dubbio l’istituto alberghiero Martini. Protagonisti dei vari eventi, infatti, sono gli studenti della scuola diretta da Riccardo Monti. In questa edizione si punterà sui giovani, in particolare sugli studenti degli Istituti alberghieri e agrari, i quali una volta diplomati saranno impegnati nella valorizzazione del grande patrimonio agroalimentare del nostro Paese: numerosi gli incontri e i workshop a loro rivolti, curati da esperti come Valentina Tepedino (produzioni ittiche), Duccio Caccioni (ortofrutta), Fabiola Pulieri (olio). L’occupazione nel settore agroalimentare e alberghiero sarà il tema su cui si svilupperà un convegno in programma il 27 ottobre: si parlerà del futuro del lavoro in tale ambito, della ristorazione e di quali saranno le professionalità più richieste. Poi l’omaggio a Eduardo De Filippo che, con la sua compagnia costituita insieme ai fratelli Peppino e Titina proprio a Montecatini nel 1931 mise in scena al Teatro Palazzo uno dei suoi primi spettacoli. Durante la cena l’attore Gino Manfredi illustrerà questo aspetto poco conosciuto di De Filippo e reciterà la poesia “O Rraù“ mentre la cantautrice Patrizia Cirulli, che recentemente ha lanciato un album in cui ha musicato le poesie di Eduardo, anticiperà un brano dello spettacolo che si terrà sabato sera alle Terme Tettuccio. Domenica 29 ottobre, la giornata conclusiva sarà aperta da un incontro sugli oli extravergini italiani.

Giovanna La Porta