Gli agenti del nucleo antidegrado
Gli agenti del nucleo antidegrado

Montecatini 12 luglio 2019 -  Il giudice per le indagini preliminari (Gip) del tribunale di Pistoia, ieri mattina, ha convalidato l’arresto di un giovane liberiano, effettuato mercoledì pomeriggio dagli agenti del nucleo antidegrado della polizia municipale, nella piazzetta Celli. A dare la notizia, sulle pagine di Facebook, è stato l’assessore Emiliano Corrieri. Il liberiano, 26 anni, è stato fermato e trovato in possesso di alcuni grammi di ecstasy, l’equivalente di varie decine di dosi, e un coltello a serramanico, lungo 22 centimetri.

Il liberiano era in possesso anche di una discreta cifra in contanti e varie carte prepagate. Il Gip ha convalidato l’arresto dell’uomo per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e porto ingiustificato di strumenti atti a offendere. Corrieri è soddisfatto per il lavoro del nucleo antidegrado della polizia municipale. “Ero presente alla perquisizione – spiega l’esponente della giunta – visto che ogni tanto vengo invitato dai nostri ragazzi a pattugliare il territorio. Sono orgoglioso di loro, della grande professionalità, dell’attaccamento al lavoro e della passione verso la città. Il sindaco, la giunta e l’assessore alla polizia municipale sono fieri del grande servizio che hanno recato, sono i nostri angeli. Questa grossa quantità di droga sarebbe finita nelle bibite dei nostri figli. Oggi la nostra Montecatini è più sicura. Grazie ragazzi, domani c’è da lavoro con ancor più determinazione”.

Anche il consigliere di minoranza Ennio Rucco (Pd) esprime approvazione per il lavoro della polizia municipale, anche se non rinuncia a una nota polemica nei confronti di alcuni sostenitori della maggioranza. “La nostra polizia locale – afferma – ha fatto un importante intervento di prevenzione arrestando una persona. Li voglio ringraziare, condividendo però su Facebook un vecchio intervento. Questo perché non possiamo non notare i vari ultras leghisti, paraleghisti, neoleghisti, sottoleghisti e demo leghisti che gridano già al cambiamento. Come se prima al comando non si lavorasse. Passi la luna di miele, ma l’unico cambiamento che vediamo, per ora, è nella lettura dei problemi. Prima era colpa della giunta, ora è inciviltà della gente. Per il resto, la giunta avrà il tempo di lavorare e di essere giudicata”.