Il giovane è stato fermato dagli agenti nel centro città
Il giovane è stato fermato dagli agenti nel centro città

Montecatini Terme, 5 febbraio 2019 - La scorta di droga da spacciare era nascosta nella sua camera, all’interno di un centro per l’accoglienza straordinaria (Cas) destinato all’ospitalità dei migranti, attivo in Valdinievole. Gli agenti del commissariato di Montecatini, diretto dal vicequestore Mara Ferasin, hanno arrestato per detenzione di stupefacenti, ai fini di spaccio, un ragazzo di 23 anni, originario del Gambia. Il giovane, dotato di un regolare permesso di soggiorno, in seguito alla richiesta di asilo, è stato fermato dalle volanti della polizia durante un’attività di controllo. Prima di essere bloccato dalle forze dell’ordine, il ragazzo stava andando a giro senza problemi per le vie della città. La polizia, in quel momento, stava verificando l’identità di una serie di persone presenti a Montecatini, al fine di individuare eventuali soggetti già noti alle forze dell’ordine e potenzialmente pericolosi. Grazie alla perquisizione effettuata dagli operatori, l’uomo è stato trovato in possesso di marijuana, già suddivisa in dosi per lo spaccio, ed Ecstasy, la droga destinata allo sballo in discoteca o in altri luoghi dove si svolge la movida.

Il giovane, inoltre, era in possesso di alcune banconote di piccolo taglio, da utilizzare per gli scambi commerciali con i potenziali clienti, e di un cellulare. L’apparecchio è stato sequestrato dalla polizia, al fine di verificare il traffico telefonico del proprietario e gli eventuali contatti con i possibili clienti. Dopo aver controllato il giovane, gli agenti del commissariato hanno deciso di effettuare una perquisizione nella sua camera, all’interno del centro per l’accoglienza straordinaria. La verifica effettuata nella struttura, gestita da una Onlus in Valdinievole, ha permesso di trovare un ulteriore quantitativo di marijuana, una vera e propria scorta da utilizzare in base alle esigenze della clientela. Il giudice per le indagini preliminari (Gip) del tribunale di Pistoia, su richiesta del pubblico ministero,ha convalidato l’arresto del giovane, con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Il pusher dovrà trascorrere la misura cautelare ai domiciliari, nel centro di accoglienza straordinaria che già lo ospita, in attesa di giudizio. Gli agenti del vicequestore Ferasin proseguono così l’attività di controllo delle strade di Montecatini, a garanzia della sicurezza di cittadini e turisti.