Vincenzo Volpi con Maurito Icardi
Carrara, 16 luglio 2018 -  «Salutatemi Baldini, mio grande amico e tecnico». Alla prima uscita dell’Inter, sabato sera allo stadio Cornaredo di Lugano (3-0 per i nerazzurri) l’allenatore Luciano Spalletti ha trovato il modo anche di «parlare» di Carrarese. Prima di accomodarsi in panchina, all’uscita dal tunnel degli spogliatoi è stato infatti avvicinato dal tifoso Vincenzo Volpi che a bordo campo ha fatto da ambasciatore portandogli i saluti dell’ex presidente azzurro Luciano Grassi. «Mister, l’aspettavamo alla tradizionale cena delle beccacce di giugno al bagno Conte aMarina di Carrara e oggi Luciano Grassi ci ha detto di salutarla». Spalletti si è sciolto in un sorriso e stringendo la mano a Volpi gli ha risposto: «Sì, mi dispiace molto di non essere stato presente ma mi trovavo negli Stati Uniti con la famiglia». Il tecnico interista si è informato sui presenti: « C’erano Simoni, Baldini, Andreazzoli, Fascetti, Sannino, e ancora il vice ct della Nazionale Evani, poi Mussi e Tito Corsi»: gli ha riferito Volpi. Spalletti ha risposto: «Cercherò di non mancare il prossimo anno, salutatemi tanto Silvio Baldini, è un ottimo tecnico e gli auguro di raggiungere i traguardi che si è prefisso». Uno Spalletti, insomma, che ha fatto capire quanto tenga all’amicizia e ha anche esclamato: «ma Silvio è mica qui in tribuna?» a dimostrazione della stima verso il tecnico che vuole portare la Carrarese in serie B