Massa Carrara, 13 settembre 2014 - Una Carrarese presuntuosa e a tratti svogliata ha gettato al vento un'altra vittoria nei minuti di recupero raggiunta da un San Marino inguardabile che solo al 93' si è affacciato nell'area avversaria raggiungendo l'insperato pareggio con La Mantia complice una difesa azzurra da prendere a schiaffi. Gli azzurri in vantaggio per 1 a 0 grazie ad una rete segnata da Merini al 30' del primo tempo, hanno smesso di giocare ad inizio ripresa ridando fiato ad un avversario che sembrava una formazione da dopolavoro ferroviario, incapace di costruire una sola azione da gol. Carrarese che è stata così punita al 93' quando La Mantia colpiva di testa da una decina di metri a palombella facendo secco un incerto Calderoni che goffamente ha cercato di smanacciare la sfera. I difensori Benassi, Teso e Berra hanno fatto le belle statuine combinando la frittata finale. Una squadra, quella di Remondina, da bocciare in pieno, spocchiosa e inconcludente. Queste le formazioni: San Marino (4-4-2): Ivan; Demontis, Fogacci, Ferrero, Alvaro Armada; Coto, Soligo, Valeriani, Poletti; La Mantia, Cicarevic. All. Cortez.ù Carrarese (3-5-2): Calderoni; Sbraga, Benassi, Teso; Brondi, Castagnetti, Gnahorè, Belcastro, Lancini; Merini, Cellini. All. Remondina. Arbitro: Robilotta di Sala Consilina. Marcatori: 30' pt Merini, 48' st La Mantia.