La nuova Carrarese. Primo match a metà agosto. Ma gli azzurri in campo già per la Coppa Italia

L’esordio il 4, poi inizierà il campionato il 17: tutte le manovre di mercato

Primo match a metà agosto. Ma gli azzurri in campo già per la Coppa Italia

Primo match a metà agosto. Ma gli azzurri in campo già per la Coppa Italia

Si apre un nuovo esaltante palcoscenico per la Carrarese che farà parte della 93° edizione della Serie BKT. L’inizio del torneo è fissato per il 17 agosto ma gli azzurri saranno già in campo il 4 agosto nella Coppa Italia Tim. In attesa dell’uscita del calendario del campionato ci sono già due certezze. Si giocherà sia il 26 dicembre che il 1 maggio. Le 38 partite di campionato ed i successivi playoff e playout saranno visibili su Dazn. La Carrarese entrerà in punta di piedi in una competizione dalla grande visibilità che comprende piazze storiche ed importanti del calcio italiano. Dopo 11 campionati di serie A è retrocesso quest’anno il Sassuolo che si è affidato in panchina a Fabio Grosso. Le altre due squadre scese dalla massima serie sono Salernitana e Frosinone, ancora senza allenatore. Dalla serie C oltre alla Carrarese sono salite il Cesena (che dovrebbe puntare su Roberto D’Aversa), la Juve Stabia ed il Mantova (che hanno confermato Guido Pagliuca e Davide Possanzini).

Altre società che hanno mantenuto la stessa guida tecnica sono la Cremonese di Giovanni Stroppa finalista dei playoff, il Brescia di Rolando Maran, il Modena di Pierpaolo Bisoli, la Sampdoria di Andrea Pirlo, lo Spezia di Luca D’Angelo ed il Sudtirol di Federico Valente. Ha cambiato il Palermo che ha scelto Alessio Dionisi mentre Bari, Catanzaro, Cittadella, Cosenza, Pisa e Reggiana non hanno ancora ufficializzato il nuovo tecnico. La Carrarese affronterà il suo storico campionato di serie B, dopo 76 anni, guidata dal condottiero Antonio Calabro che poco prima dell’inizio del torneo riceverà anche la cittadinanza onoraria di Carrara, titolo onorifico che gli verrà assegnato nel corso di consiglio comunale solenne. In una stagione incredibile, da vivere tutta d’un fiato, avrà sicuramente un sapore particolare il sentitissimo doppio derby con i rivali di sempre dello Spezia.

Nello stilare il calendario la Lega dovrebbe tenere da conto dell’indisponibilità iniziale dello stadio dei Marmi e fare in modo che questa sfida non debba essere disputata a Pisa per evitare ulteriori problemi di ordine pubblico. Se i lavori per la messa a norma dell’impianto sportivo carrarese riusciranno ad essere portati a termine entro il 30 settembre, come da previsioni del comune, la formazione azzurra dovrebbe giocare soltanto 3 o 4 gare interne all’Arena Garibaldi di Pisa prima di tornare nella propria "casa" rimessa a nuovo. Al momento si sta cercando di capire quale progetto possa essere più funzionale da seguire.

Gianluca Bondielli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su