Carrara, 22 agosto 2018 - Bagno di folla per la finale del primo torneo “Open” maschile, inaugurato il dieci agosto scorso e svolto nella splendida cornice del Club nautico tennis di Marina con la partecipazione di ben 114 iscritti. A contendersi il montepremi di 2.500 euro sono stati, sotto gli occhi del presidente del comitato regionale Toscana Fit, Luigi Brunetti, il ventiquattrenne piemontese Edoardo Eremin e il beneventano classe 1999 Francesco Liucci. Il fischietto della finalissima di ieri pomeriggio è stato affidato al pisano Alessio Ascione. 6/3 6/1 il risultato finale in favore di Eremin, che non ha nascosto le proprie sensazioni: “E’ andata bene, la partita è stata dura, anche se i bookmakers davano Francesco come sfavorito, devo dire che è stato un osso molto duro. Il tennis è imprevedibile ma il segreto è dare il 100% ad ogni palla giocata. Voglio ringraziare il proprietario Pier Paolo Veschi e la moglie per la splendida l’organizzazione e colgo l’occasione, inoltre, per salutare Giorgio Galimberti della Tennis academy di San Marino, allenatore ed ex Davis man, il quale mi ha insegnato molto”. Prontissima la risposta di Liucci al potente ma educato “servizio” di Eremin: “ Sapevo a cosa sarei andato incontro, per questo non ho da rimproverarmi niente anzi, devo solo imparare da un giocatore di questo calibro. Durante il match l’ho studiato molto e devo dire che mi servirà come spunto per i miei impegni futuri. La partita è stata dura complice il caldo pungente ma non ci siamo arresi e abbiamo dato vita ad uno scontro degno di nota. Ringrazio tutto lo staff della Tc2002 cloud finance di Benevento dove giorno dopo giorno affino la mia tecnica”.