Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Massimo Mallegni a fianco di chi lavora

L'incontro con la Cna

Ultimo aggiornamento il 12 marzo 2018 alle 13:51
Mallegni
Carrara, 12 marzo 2018 - Cna: il neo eletto senatore Massimo Mallegni (FI), a disposizione territorio. «Sono a disposizione del territorio, delle imprese e delle istituzioni. Senza imprese non c’è occupazione ed è questa la filosofia che deve essere applicata alle scelte politiche e di governance del territorio. Imprese che a Massa-Carrara rappresentano un’eccellenza con imprenditori e famiglie ai quali andrebbe data una medaglia per aver operato con profitto in una realtà che da troppo tempo lavora contro di loro. Ora è arrivato il momento della praticità: gli spot e le promesse hanno portato questa provincia ad essere il fanalino di coda della Toscana, la prima davanti alle province del Sud, a perdere la governance dell’autorità portuale e della Camera di commercio. La provincia di Massa Carrara è stata spogliata della sua autonomia politica: è, di fatto, una provincia commissariata»: è il commento di Massimo Mallegni, neo Senatore di Forza Italia eletto nel collegio di Massa Carrara e Lucca con oltre 116mila voti. Mallegni chiede un atto di responsabilità: «Le colpe sono chiare, ma adesso serve senso di responsabilità da parte di tutti. Il governo del Paese e le prossime amministrative debbono segnare un cambio di passo condiviso e sostenuto da tutti. Sia Massa che l’Italia non hanno necessità di rottura ma di costruzione e chi ci sta con senso di responsabilità è il benvenuto».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.