Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Troppi morti sul lavoro, è sciopero nazionale del lapideo

Giovedì il comparto si ferma. In Toscana assemblea pubblica e manifestazione a Seravezza

Ultimo aggiornamento il 28 aprile 2016 alle 15:27
Le operazioni di recupero del camion precipitato nella scarpata (foto Baccicalupi)

Firenze, 26 aprile 2016 - Nel settore lapideo, in Italia, sono morte sul lavoro 29 persone in 6 anni. A Carrara 5 negli ultimi 8 mesi. Le segreterie nazionali di Feneal Uil Filca Cisl e Fillea Cgil hanno proclamato uno sciopero generale nazionale di 8 ore, il 28 aprile, nel giorno della Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro, "per ricordare tutti i morti - spiegano i sindacati - e proporre misure concrete perché si agisca per mettere fine a questa strage di lavoratori".

Lo sciopero, la manifestazione e l’assemblea pubblica per la Toscana si terranno a Seravezza, con il seguente programma: concentramento in Piazza Carducci alle 9,15; a seguire corteo a lutto; arrivo al teatro delle Scuderie Medicee dove ci saranno gli interventi (prima saranno ricordati tutti i morti sul lavoro) e conclusione con la presentazione di un documento di proposte dei sindacati da inviare alla Regione.

“Non vogliamo rassegnarci, siamo convinti che intervenendo con più controlli, collegando concessioni e autorizzazioni al rispetto delle norme sulla sicurezza, possiamo invertire questo triste primato. I lavoratori del lapideo dicono basta alle morti sul lavoro pretendono meno parole e più fatti. Le passerelle i giorni dopo l'incidente non servono a evitare nuovi infortuni mortali”, concludono Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Toscana.

La sicurezza nelle cave sarà inoltre al centro dell'incontro convocato dal presidente della Regione Enrico Rossi per giovedì 28 aprile, alle 17, a Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10, Firenze. All'incontro parteciperanno, oltre alla Regione, rappresentanti di istituzioni e sindacati.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.