Polizia
Polizia

Carrara, 14 marzo 2019 - Ignoti sono entrati all’interno del negozio di Alessandro Genovesi intorno alle 4,30 di mercoledì notte e si sono portati via prosciutti, cotechini e anche una affettatrice da collezione. Ad accorgersi della visita dei ladri della visita dei ladri nella famosa Carni Carrara di Avenza, zona Peep in via Campo D’Appio, è stata una passante che stava portando a fare un giro il cane.

Il titolare, ancora scosso da quanto accaduto, racconta la spaccata notturna: «Sono entrati sfondando la porta blindata con una mazza. L’hanno colpita più volte prima di entrare. Una volta all’interno del negozio si sono portati via 40 prosciutti, circa 400 euro di fondo cassa, un’affettatrice da collezione, alcuni cotechini, 8 cassette di legno con dentro i salumi, oltre ad altri prodotti alimentari vari. Approfittando della notte hanno manomesso indisturbati la porta: nel complesso hanno portato via circa 10mila euro di merce, poi ci va messo anche il danno alla stessa porta. Questa è la prima volta che succede una cosa del genere».

Il titolare è stato impegnato tutta la giornata a fare l’inventario della merce nel negozio per capire definitivamente quanta roba i ladri sono riusciti a portarsi via. Sul posto, intorno alle 5, è arrivata la polizia, allertata dai dipendenti di Genovesi, chiamati a loro volta dalla donna che aveva visto la porta aperta. Con molta probabilità si tratta di professionisti, i quali hanno agito dopo aver osservato i movimenti del personale di Carrara carni, prima di entrare in azione. E dovrebbero aver utilizzato un furgone per portare via tutta la roba rubata durante il raid. La dinamica della spaccata sarà ora ricostruita dal commissariato di polizia: gli agenti sono rimasti tutta la mattina a prendere i rilievi per risalire ai responsabili di questo furto in piena notte.

Presente in zona una telecamera a circuito chiuso: saranno utili per gli inquirenti le registrazioni per cercare di dare un volto ai responsabili del blitz. Quanto avvenuto ad Avenza ha riaperto un dibattito sulla sicurezza sul web: sono stati in molti a chiedere una maggiore presenza di telecamere in zona e di ulteriori passaggi notturni di carabinieri e polizia.