Il luogo dell'incidente e, nel riquadro, Tulipani
Il luogo dell'incidente e, nel riquadro, Tulipani

Firenze, 7 dicembre 2015 - Erano partiti verso le colline del Chianti per una giornata di divertimento e sport, come fatto in passato centinaia di volte. Non potevano sapere che il Rally della Fettunta si sarebbe trasformato in tragedia. E la notizia della morte di Davide Tulipani e del ferimento del suo navigatore Luciano Scozzi ha lasciato sotto shock Castelnuovo e Caniparola, i paesi di residenza della Val di Magra da dove vengono i due sfortunati piloti.

Scozzi abita a Caniparola ed è molto conosciuto anche a Carrara dove da anni è il titolare del bar Azzurri in Via Erevan nelle vicinanze dell’ospedale: nei momenti liberi dagli impegni di lavori si è sempre dedicato alla sua grande passione, il rally. Davide Tulipani, 44 anni di Castelnuovo Magra, era invece titolare di una ditta di ricambi per auto a Ortonovo, insieme a un socio di Massa. E di Massa era anche la squadra con cui gareggiava l’equipaggio, uno dei due partiti dalla Val di Magra per partecipare al «Rally della Fettunta». Ieri pomeriggio poco dopo la tragedia (avvenuta alle 12,20) gli amici dei due piloti partiti da Fosdinovo sono stati contattati dal sindaco Camilla Bianchi. Poca voglia di parlare, solo un grande dolore per la perdita di un amico e la preoccupazione per le condizioni del suo compagno di viaggio. Troppo forte lo shock per quanto avvenuto in quella che doveva essere solo una bella giornata di sport.

Parte degli amici sono rimasti a confortare la moglie di Tulipani, che aveva accompagnato nella trasferta nel Chianti, altri sono andati all’ospedale di Careggi a sincerarsi delle condizioni di Scozzi. Nell’incidente ha riportato un politrauma, la prognosi è riservata. Secondo una prima ricostrizione dei fatti, la Peugeot 106 guidata dell’equipaggio Tulipani-Scozzi, è uscita fuori strada (per cause da accertare), andando a sbattare contro gli alberi che costeggiano il tracciato di gara nella zona di Poneta a Vico d’Elsa, nel Comune di Barberino. Dopo l’urto sono rimasti incastrati all’interno della vettura. Immediati i soccorsi, sul posto sono intervenute due ambulanze (entrambe col medico a bordo), già presenti sul tracciato di gara e a breve distanza dal punto dell’incidente. Per Tulipani non c’è stato nulla da fare, Scozzi è stato trasferito a Careggi con l’elicottero Pegaso del 118.