Il masso
Il masso

Massa, 8 maggio 2021 - "Abbiamo paura a transitare sulla strada": alcune persone residenti a Casania lanciano un appello affinché l’amministrazione comunale nel più breve tempo possibile effettui sopralluoghi e verifiche sulla sicurezza dei versanti che sovrastano l’unica strada di collegamento al paese. "Alcuni giorni fa – spiegano – un masso di notevoli dimensioni si è staccato dal versante finendo sul sentiero che, appena superato l’abitato di Guadine, si imbocca per raggiungere il cimitero di Casania. Il masso è stato segnalato e sono state messe delle transenne per impedire l’accesso al sentiero. Ma da alcune settimane, notiamo uno strano movimento di sassi che finiscono sulla carreggiata. Si continuano a mettere transenne ma poi?".

Due giorni fa, un sasso è piombato in strada proprio davanti all’auto di un’abitante di Casania che stava transitando. "Non sappiamo cosa si sta muovendo a monte – dicono a Casania –. Con l’abbandono del territorio gli animali avanzano, soprattutto i cinghiali che ormai ci ritroviamo a un passo dalle nostre case". Ad affiancare la protesta, il comitato “Una montagna di idee”. "La montagna soffre di abbandono sia da parte di chi la abita sia da parte delle istituzioni – sottolineano –. Questi versanti necessitano di interventi urgenti e misure di messa in sicurezza. Servono un monitoraggio costante e reti paramassi a protezione della strada".

Angela M. Fruzzetti