Penne e diari nello ’zaino sospeso’: "Così la cultura diventa un dono. Un sostegno al diritto allo studio"

L’iniziativa di Lions Club Pontremoli e Le Stele con la collaborazione di una rete di cartolibrerie. L’obiettivo è garantire a tutti la stessa possibilità e i giusti mezzi per avvicinarsi all’istruzione.

Penne e diari nello ’zaino sospeso’: "Così la cultura diventa un dono. Un sostegno al diritto allo studio"

Penne e diari nello ’zaino sospeso’: "Così la cultura diventa un dono. Un sostegno al diritto allo studio"

Penne, quaderni e diari da donare a chi ha meno possibilità. E’ lo ’Zaino sospeso’ per aiutare gli studenti meno abbienti. Un piccolo gesto di altruismo che prende spunto dalla tradizione napoletana di lasciare al bar un caffè pagato a chi non può permetterselo. L’idea è venuta al Lions International con la collaborazione delle cartolibrerie italiane e in Lunigiana l’iniziativa viene curata dal Lions Club Pontremoli Lunigiana e dal club satellite ’Le Stele’. Finalità di questa iniziativa è garantire a tutti le stesse possibilità per avvicinarsi all’istruzione, elemento fondamentale per la formazione di ogni individuo. Alla base dello ’Zaino sospeso’ c’è la filantropia per far sì che nessuno possa restare indietro rispetto ad altri, nemmeno chi con la propria famiglia sta vivendo un momento di disagio economico.

Il materiale scolastico è un costo e per molte famiglie rappresenta una spesa che influisce sul bilancio mensile. Quindi lo “Zaino sospeso“ è una novità assoluta. I punti di raccolta che hanno aderito in Lunigiana sono 3 a Pontremoli (L’Abbecedario, Antica libreria Savi, L’Ecclesiastica) e 1 ad Aulla (L’Abbecedario). In queste cartolibrerie, sono stati posizionati dei contenitori predisposti per la raccolta del materiale scolastico di qualsiasi genere: penne, gomme, colori, quaderni, libri, zaini, dizionari (anche usati, purché in buone condizioni) segnalati da apposite locandine poste all’ingresso degli esercizi commerciali e sul contenitore stesso. Chi entra nell’esercizio può aderire all’iniziativa acquistando il materiale da donare alle famiglie bisognose mentre i soci Lions si recheranno nei punti di raccolta per ritirare gli articoli donati da consegnare. "L’idea dello “Zaino Sospeso“ - spiega il presidente del Club Pontremoli Lunigiana Alessandro Lucii - nasce dall’esigenza di aiutare le famiglie bisognose del territorio ad affrontare, in un momento storico di grandi difficoltà economiche aggravate dalla crisi pandemica, le spese per acquistare il materiale scolastico. É un progetto che permette alle famiglie in difficoltà di mandare a scuola i propri figli con un corredo scolastico completo e adeguato garantendo in questo modo il diritto allo studio a bambini e ragazzi che altrimenti non potrebbero permettersi di sostenerne il carico. Chi si reca nei punti di raccolta può aderire all’iniziativa acquistando il materiale da donare o portando il proprio materiale usato. Periodicamente i soci si recheranno nei punti di raccolta per il ritiro e la successiva distribuzione degli articoli donati. L’iniziativa dura tutto l’anno e il Club consegnerà i materiali alle scuole e agli insegnanti che provvederanno poi alla opportuno distribuzione".

Il Lions Club Pontremoli Lunigiana sostiene anche il progetto “Pane quotidiano“, che consente di aiutare la spesa alimentare delle famiglie bisognose di aiuto. “Zaino sospeso“ ha preso il via da qualche settimana ma ha già incontrato l’interesse della clientela delle librerie. "Il mio negozio era in ferie quando hanno consegnato i contenitori e quindi ho iniziato da pochi giorni, ma ho notato che l’iniziativa trova il consenso della gente e ci sono state già delle consegne. Credo possa essere un’idea davvero utile", commenta Silvia Di Mauro dell’Antica Libreria Savi. Anche per Erika Maraffetti dell’Abbecedarioiativa rappresenta un esempio di solidarietà importante. "E’ un prezioso sostegno per quei nuclei familiari che stanno vivendo il difficile momento economico - dice - Già in tanti hanno aderito a questa bella idea".

Natalino Benacci