Parco Apuane, nuovo corso. Tagliasacchi è il presidente: "Ci sono grandi potenzialità"

Ufficiale la nomina del sindaco di Castelnuovo Garfagnana, ex presidente della Provincia di Lucca "Lavorerò insieme ai Comuni in collaborazione con la Regione e con coloro che qui vivono e operano".

Parco Apuane, nuovo corso. Tagliasacchi è il presidente: "Ci sono grandi potenzialità"
Parco Apuane, nuovo corso. Tagliasacchi è il presidente: "Ci sono grandi potenzialità"

Adesso è ufficiale. Dopo un lungo ‘regno’ del presidente e commissario Alberto Putamorsi, il vertice del Parco delle Alpi Apuane passa nelle mani del territorio di Lucca. In queste ore il presidente della Regione, Eugenio Giani, ha infatti nominato come nuovo presidente del Parco Andrea Tagliasacchi (nella foto), sindaco di Castelnuovo di Garfagnana ed ex presidente della Provincia di Lucca. Una nomina che era nell’aria ma che si è concretizzata soltanto negli ultimi giorni. Così si completa il rinnovo delle cariche del Parco, dopo la nomina del nuovo Consiglio direttivo. Erano quattro i nomi in lizza, proposti dalla Comunità del Parco, ossia l’organo formati dai sindaci dei Comuni anche solo in parte ricompresi all’interno dell’area Parco. Secondo la Regione Tagliasacchi è "il soggetto maggiormente idoneo a ricoprire la carica di Presidente dell’Ente Parco regionale delle Alpi Apuane". Prima è stato fatto un passaggio politico, con una comunicazione motivata al consiglio regionale il 18 ottobre con una relazione illustrativa sulle ragioni della scelta. Tutto è poi passato nelle mani della quarta commissione consiliare, per gli aspetti di competenza, e solo nella seduta del 31 ottobre è arrivato il parere favorevole alla nomina. L’indennità di incarico è pari a 18.270 euro annuali ma dato che Tagliasacchi è già sindaco di Castelnuovo percepirà soltanto il gettone di presenza di 30 euro per ogni seduta del consiglio direttivo del Parco, di cui fa parte.

Il presidente Tagliasacchi, nella sua prima dichiarazione, ha ringraziato il presidente Giani per la fiducia accordata e la Comunità dei sindaci che lo ha designato con una larghissima maggioranza. "Il mio impegno – dichiara il neo presidente – è lavorare al fianco delle amministrazioni locali in stretta collaborazione con la Regione Toscana e tutti coloro che vivono e operano nel Parco per valorizzare un territorio che esprime grandi potenzialità, in particolare in questo momento in cui andranno ridisegnate nuove relazioni tra centri abitati e aree protette. Un ringraziamento agli amministratori uscenti, alla struttura tecnica e amministrativa e un augurio di buon lavoro al nuovo Consiglio direttivo".