Operai al lavoro all'ultimo piano senza impalcature e senza rete (foto di repertorio)
Operai al lavoro all'ultimo piano senza impalcature e senza rete (foto di repertorio)

Massa, 11 maggio 2018 - Intervenire su un palazzo di otto piani? Niente ponteggi, ma l’intervento lo fa il «Muratore volante». Massa come le grandi città europee e l’edilizia fa quasi spettacolo con l’Uomo Ragno. E così occhi puntati al cielo ieri mattina per il primo intervento di edilizia acrobatica realizzato nel cuore della città, in piazza Garibaldi, dove Giuseppe, muratore volante, si è calato da una trentina di metri mentre il suo collega Davide lo assisteva. Obiettivo dell’intervento, la ristrutturazione del lastrico solare di un palazzo, «Il Condomimio Di Emidio» realizzato da Vincenzo Di Emidio, il costruttore scomparso un anno fa. L’idea di intervenire utilizzando, la modalità innovativa della azienda Edilizia Acrobatica è stata del figlio del costruttore Maurizio Di Emidio.

«Mi sono  rivolto–- racconta Maurizio Di Emidio – alla succursale di Edilizia Acrobatica che si trova a Viareggio per questo intervento sul condominio di otto piani e l’intervento si trasformato in uno spettacolo. Giuseppe e Davide sono arrivati intorno alle 8 di oggi (ieri mattina per il lettore ndr) e hanno lavorato fino a mezzogiorno. Prima hanno preparato il lavoro all’altezza dei casottini degli ascensori. Poi Giuseppe, indossata, l’imbracatura si è calato. Un “volo“ di una trentina di metri mentre Davide lo assisteva. Un modo diverso di lavorare con personale specializzato che ha consentito un intervento che unisce alla professionalità anche la suggestione della modalità, un autentico spettacolo con le tecniche circensi».

Gli occhi dei cittadini sono stati puntati al cielo e sono rimasti stupiti dalle acrobazie di Giuseppe, il muratore volante, vero Uomo Ragno dell’edilizia, che lavorava con leggerezza “volando“ sul condominio. Una scena da pellicola cinematografica che non è passata inosservata, ma che oltre a incuriosire i cittadini li ha affascinati. «All’intervento di ieri – conclude Maurizio Di Emidio con soddisfazione – ne seguiranno altri. Coinvolgeremo ancora una volta i lavoratori della ditta Edilizia Acrobatica che uniscono alla professionalità una tecnica di grande modernità che diventa spettacolo».