Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 mag 2022

"Mulazzo, centrosinistra diviso Ma Santi è il rinnovamento"

16 mag 2022
Il segretario del Pd Enzo Manenti
Il segretario del Pd Enzo Manenti
Il segretario del Pd Enzo Manenti
Il segretario del Pd Enzo Manenti
Il segretario del Pd Enzo Manenti
Il segretario del Pd Enzo Manenti

Battaglia elettorale aperta nei Comuni di Aulla, Mulazzo e Zeri. Nessuna sorpresa ad Aulla dopo la consegna delle liste: i candidati-avvocati Roberto Valettini (Aulla nel Cuore) e Filippo Coppelli con la lista “Insieme in Comune” si giocheranno alle urne il primo la riconferma, il secondo la poltrona di sindaco. Qualche fibrillazione a Mulazzo con la divisione del centro sinistra e la decisione del Pd di rompere con il sindaco uscente Novoa, passato a Italia Viva, e la comparsa della Lega per il centrodestra. Svolta inattesa a Zeri dove la lista avversaria del sindaco uscente Cristian Petacchi alla vigilia della presentazione delle liste ha perso il candidato Miki Filippelli sostituito in corsa da Chiara Cavellini.

Situazioni molto diverse da gestire per il Pd. con il segretario provinciale del Pd Enzo Manenti. "Alla presentazione della lista di Valettini ad Aulla c’erano tante persone -commenta il segretario provinciale Enzo Manenti –, speriamo che sia di buon auspicio. Il bilancio del suo mandato è stato notevole e merita senz’altro la conferma. A Mulazzo c’è stata una difficoltà nel centro sinistra, dove la segreteria provinciale ha fatto di tutto per tenere unite le forze ma le autonomie locali hanno diritto di scegliere e qui il Pd ha deciso di puntare su Giorgio Santi, un giovane che ha già cinque anni di esperienza e che può tranquillamente offrire un buon governo con idee innovative".

Il segretario provinciale sembra fiducioso malgrado il fallimento del tentativo di portare il centrosinistra compatto al voto. "Credo che Santi attorno a sé abbia creato nel corso della consiliatura un gruppo di giovani che potrebbe essere un buon patrimonio per formare la classe dirigente del domani. Spero che possa interpretare nel migliore dei modi la campagna elettorale per uscirne vincente".

Manenti non dice mai nulla sugli avversari perché pensa che il Pd debba guardare a se stesso. "Conta la proposta, non la critica agli altri. E’ importante guardare al futuro e lì vedo Giorgio Santi in buona posizione. A mio parere raccoglierà l’attenzione degli elettori che vogliono il rinnovamento nella politica".

Il Pd a Zeri ha deciso di non scendere direttamente in campo ma di sostenere la lista civica di Cristian Petacchi, che ha condiviso nel corso del mandato le posizioni del Pd a livello comprensoriale. "Nel Pd ogni iscritto o simpatizzante è libero di votare come crede – sottolinea il segretario provinciale –, ma nell’alveo del centro sinistra ci si deve stare pensando alle politiche non solo del singolo Comune, ma anche di tutto il territorio lunigianese e provinciale dove esprimiamo la maggioranza. Non può mancare l’occhio alla regione dove c’è un dialogo aperto con i nostri rappresentanti e con il presidente Giani".

Natalino Benacci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?