Mercato
Mercato

Carrara, 13 marzo 2018 - «I commercianti facciano la raccolta differenziata». A parlare è Massimiliano Gianpedroni, il quale denuncia l’abbandono di rifiuti dopo il mercato del centro cittadino del lunedì mattina. «Ma è possibile che non si riesca a far gestire i rifiuti dagli ambulanti in modo decoroso? È giusto che la città il lunedì dopo pranzo offra questo spettacolo? Evidentemente non frega nulla a nessuno di come vengono smaltiti i rifiuti e benché basterebbe veramente poco fare in modo che si dividessero i rifiuti tra organico, plastica e indifferenziato a Carrara si permette che in pieno centro cittadino le strade diventino delle discariche a cielo aperto. A poco vale che poi immediatamente gli addetti alla pulizia raccolgano i rifiuti perché in realtà se si obbligassero gli ambulanti a differenziare i rifiuti e accumularli in appositi sacchi si eviterebbe di vedere questi veri e propri scempi e il loro lavoro sarebbe molto più veloce ed efficace».

Il lettore prosegue nella sua denuncia: «La raccolta differenziata è al palo e il viale XX Settembre la mattina offre spettacoli indecenti con bidoni stracolmi di spazzatura. Mezza città dovrebbe fare il porta a porta, ma i cittadini avendo a disposizione i cassonetti se ne frega e continua a usarli a scapito della differenziata ed il mercato accumula carta plastica e organico in piccole discariche. Per chi in città – conclude – nutriva aspettative nei rifiuti zero ecco la risposta, un zero c’è ma solo nei risultati».