I carabinieri alla piscina posta sotto sequestro (foto Pasquali)
I carabinieri alla piscina posta sotto sequestro (foto Pasquali)

Villafranca in Lunigiana (Massa Carrara), 5 agosto 2019 - Purtroppo non ce l'ha fatta il bambino di 10 anni originario del Marocco - Ibrahim El Gargar - andato in arresto cardiaco in piscina mentre si trovava in uno stabilimento con scivoli a Villafranca in Lunigiana (Massa Carrara), la piscina comunale Villasport. Erano stati alcuni suoi coetanei a vederlo in difficoltà nella piscina e a portarlo sul bordo della vasca. Il ragazzino era stato soccorso immediatamente ed era stato rianimato sul posto, dove erano intervenuti automedica e elicottero Pegaso del 118. Da lì la corsa all'ospedale pediatrico apuano di Massa per essere attaccato alla macchina cuore-polmoni. 

L'annuncio-choc lo ha dato il sindaco di Villafranca, Filippo Bellesi, con un post su facebook quando gli accertamenti di morte eseguiti all'ospedale hanno dato il loro responso: "Abbiamo sperato fino alla fine che il bambino soccorso ieri in piscina ce la potesse fare ma purtroppo si è giunti in questi minuti all'epilogo più tragico. Tutta l'Amministrazione si stringe costernata accanto ai familiari". Oggi alle 15 è stata attivata la Commissione accertamento morte cerebrale (Cam), che è terminata alle 22.

Ibrahim abitava coi genitori a Licciana Nardi, centro della Lunigiana, a pochi chilometri dalla piscina comunale di Villafranca, teatro della tragedia. Irreversibili i danni cerebrali causati probabilmente dal troppo tempo che il ragazzino ha trascorso sott'acqua.

Cordoglio anche dal Comune di Aulla: "Il sindaco e l’amministrazione tutta, giunta la triste notizia dopo l’incidente in piscina avvenuto nella vicina Villafranca, esprime profondo cordoglio alla famiglia e ai cari del piccolo angelo che è tragicamente salito in cielo".

L'impianto, una struttura comunale gestita da una società, è stato sottoposto a sequestro dai carabinieri su disposizione della procura. I militari hanno inoltre eseguito una serie di rilievi tecnici nella struttura. Le indagini sono dei carabinieri di Pontremoli.

false La piscina sotto sequestro 

Solo due giorni fa proprio all'Opa di Massa era morto un bambino di due anni e mezzo dopo essere caduto nella piscina di casa a Torre del Lago (Lucca) l'1 agosto. Il 17 luglio la morte di una dodicenne di Parma, ricoverata anche lei all'ospedale pediatrico massese dopo essere stata soccorsa in una piscina idromassaggio a Marina di Pietrasanta.