Pontremoli, 12 maggio 2018 - Rocambolesco inseguimento l’altra sera sulla strada nazionale 63 all’altezza del ponte sull’Aulella in località Piano di Bibola a poca distanza dall’ abitato di Pallerone. In quel punto si sono incrociate una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Pontremoli ed una Mini Morris con a bordo alcune persone: il conducente dell’utilitaria, alla vista dei carabinieri provenienti dal senso di marcia opposto, ha pigiato al massimo sull’ acceleratore allontanandosi in tutta fretta. Un atteggiamento più che sospetto che ha indotto gli stessi militari a mettersi subito sulle tracce dell’auto. Ne è nato un inseguimento a tutta velocità lungo la statale, terminato poco dopo quando la Morris è finita fuori strada per l’alta velocità, andando a schiantarsi contro una barriera di ferro.

Stando ad alcune testimonianze dall’auto sarebbero usciti tre giovani nord africani che, pur feriti e lamconci per l’urto dell’auto, prima di darsi alla fuga hanno rapidamente estratto dall’abitacolo alcuni involucri, per poi darsi alla macchia a gambe levate nella boscaglia nei pressi del fiume. Pochi attimi dopo sono arrivate due pattuglie dei carabinieri che si sono messe sulle tracce dei fuggiaschi con ricerche purtroppo senza esito, anche perché nel frattempo stava sopraggiungendo il buio. Le ricerche sono preseguite per tutta la notte anche nelle zone limitrofe. L’auto risulterebbe intestata ad un cittadino del Marocco ed è stata messa sotto sequestro giudiziario. Con ogni probabilità si trattava di una banda dedita allo spaccio di droga.

Roberto Oligeri