di Maria Nudi La musica nel cuore da quando sono adolescenti. E oggi nel cuore hanno messo la musica electro pop per esorcizzare lo scenario della pandemia. E deciso di unirli, creando un duo che hanno chiamato Freitag! E’ diventato un progetto musicale quello di due giovani massesi, Andrea Pedrazzi, 29 anni, e Simone Cisarni, 27, docenti di educazione artistica in una scuola media cittadina. Sulle piattaforme social musicali e su YouTube, il loro brano “Come senza nome“ è molto ascoltato e da ieri alla musica si sono aggiunte le...

di Maria Nudi

La musica nel cuore da quando sono adolescenti. E oggi nel cuore hanno messo la musica electro pop per esorcizzare lo scenario della pandemia. E deciso di unirli, creando un duo che hanno chiamato Freitag! E’ diventato un progetto musicale quello di due giovani massesi, Andrea Pedrazzi, 29 anni, e Simone Cisarni, 27, docenti di educazione artistica in una scuola media cittadina. Sulle piattaforme social musicali e su YouTube, il loro brano “Come senza nome“ è molto ascoltato e da ieri alla musica si sono aggiunte le immagini del video girato nel loro studio di registrazione a Carrara.

"E’ stato un anno difficile. Da marzo quando è scoppiata la pandemia la quotidianità è cambiata. Le abitudini di tutti si sono dovute adeguare alle regole di tutela sanitaria e così con il trascorrere dei mesi è prevalsa la malinconia".

Come avete reagito?

"Costituendo il nostro duo. La musica è un linguaggio liberatorio. Abbiamo scritto già sette brani e li abbiamo arrangiati musicalmente utilizzando il GarageBand, un programma musicale sviluppato dalla Apple inc."

La traduzione in italiano del nome che avete scelto è venerdì: c’è un motivo particolare?

"Certo il venerdì è il giorno che dà inizio al fine settimana e, fino a quando non è scoppiata la pandemia, c’erano un sacco di cose da fare. Ora invece è tutto diverso"

“Come senza nome” è il titolo del primo brano, quale messaggio vuole lanciare?

"Non si fa riferimento ad alcun messaggio, è la descrizione attraverso simboli, della situazione che stiamo vivendo, raccontato in musica, una musica pop velata di malinconia. Il brano è stato scritto di getto", raccontano Andrea e Simone.

Le parole sono di Andrea, con lo zampino di Simone e la musica è di Simone con lo zampino di Andrea, insomma tutti e due scrivono e musicano in sintonia.

Dove è stato girato il video ?

"Il video è stato girato nel nostro studio nel rispetto delle regole anticontagio. Lo schermo verde ad un certo punto lascia spazio ad immagini e noi cantiamo il brano abbinandoci le movenze dei robot. Abbiamo scritto altri sette brani, e saranno pubblicati sui social, uno al mese"

Quali progetti avete per il futuro?

"Speriamo di tornare ad esibirci dal vivo. La musica è gioia è libertà. Noi facendo musica abbiamo alleggerito la malinconia dello scenario della pandemia che ha costretto tutti alla solitudine"

E il successo?

"Abbiamo i piedi per terra se il successo arrivasse non lo butteremmo via, ma in questo momento siamo già soddisfatti così. Abbiamo realizzato il nostro sogno ed il nostro progetto anticovid: non è poco".

Non resta che aspettare l’uscita del prossimo brano: la musica electro-pop di Andrea e Simone per provare a cancellare la malinconia.