Forti nel coordinamento nazionale Al lavoro sui temi e sugli indirizzi

L’ex assessore alla Cultura rappresenta Carrara fra i 13 Comuni coinvolti

Forti nel coordinamento nazionale  Al lavoro sui temi e sugli indirizzi
Forti nel coordinamento nazionale Al lavoro sui temi e sugli indirizzi

L’ex assessore alla Cultura Federica Forti nel coordinamento nazionale delle ‘Città italiane Unesco,’ che il prossimo 20 maggio si riuniranno a Venezia nell’ambito della Biennale di architettura per proseguire il lavoro iniziato a Carrara. Il progetto delle città creative dell’Unesco era stato fortemente voluto dalla Forti, non a caso il ‘Creativity Forum dell’Unesco’ del 2016 si era svolto proprio a Carrara e si era concluso con la firma della ‘Carta di Carrara’. Un documento aperto per uno sviluppo urbano sostenibile attraverso l’arte e l’artigianato, firmato dalle 13 città creative italiane che sono: Alba, Bergamo, Biella, Bologna, Carrara, Como, Fabriano, Milano, Modena, Parma, Pesaro, Roma e Torino. Federica Forti farà parte del coordinamento nazionale della tappa Veneziana come esperta esterna. Gli altri coordinatori nominati sono Vittorio Salmoni, Lucio Argano e Paola Manara. Ma il gruppo di lavoro potrà ampliarsi e avvalersi di collaborazioni in primo luogo quella di un esperto di pubblica amministrazione, come per esempio Giulia Severi, già focal point di ‘Modena Creativa’ e dirigente del servizio cultura del comune della stessa città. Durante il soggiorno veneziano le città ‘Creative’ proporranno un programma che abbia come indirizzo la convergenza dei temi affrontati in ambito Unesco, in particolare la dimensione urbana, lo sviluppo sostenibile, l’accessibilità a conoscenza.

Alessandra Poggi