CRISTINA LORENZI
Cronaca

Ecco Con-Vivere 2024 ’Cambiamento’ fra visioni e riflessioni. Tutti gli ospiti di Ceruti

Il consulente scientifico con la direttrice Mazzi hanno confezionato un programma quanto mai ricco: 20 incontri con sociologi e scienziati e 30 eventi collaterali. La città intera coinvolta per un edizione dei record.

Ecco Con-Vivere 2024  ’Cambiamento’ fra visioni e riflessioni. Tutti gli ospiti di Ceruti

Ecco Con-Vivere 2024 ’Cambiamento’ fra visioni e riflessioni. Tutti gli ospiti di Ceruti

In un momento di cambiamenti è quanto mai necessaria una riflessione. Su dove andiamo e sul futuro, se potrà davvero essere migliore con le nuove tecnologie. ’Cambiamento’ è il tema di Con-Vivere 2024 che, diretto dal filosofo Mauro Ceruti, animerà il centro storico dal 5 all’8 settembre. Venti incontri di pensiero con filosofi e scienziati, 30 eventi collaterali e un ricco programma di spettacoli riempiranno per quattro giorni il centro storico, i suoi negozi e i suoi locali. I dettagli della prossima edizione sono stati illustrati ieri mattina dal presidente della Fondazione CrC, Enrico Isoppi, patron della manifestazione che curata da Emanuela Mazzi si qualifica come l’evento più importante dell’estate carrarese. Quest’anno il palco principale sarà in piazza San Francesco che, come ha spiegato la sindaca Serena Arrighi, contribuirà a rivitalizzare quella parte importante della città che è Carrara est. Lo stesso Ceruti motivando scelte e contenuti ha parlato dell’importanza della cultura come strumento di cambiamento e ha sottolineato come Con-Vivere realizzi con empatia e con la rete di persone impegnate, quella capacità di relazioni che possa davvero creare cultura e determinare un cambiamento, Così le dinamiche del cambiamento e le riflessioni sul futuro saranno declinate con la fisica di Guido Tonelli, l’antropologia di Laura Boella, l’analisi sull’individuo di Maurizio Ferraris, la ricerca di punti di fermi di Vito Mancuso. Si parlerà di dolore con Ivo Lizzola e Bruna Dighera, di tempo e storia con Roberto Balzani e Giorgio Manzi.

Ancora di cambiamenti sociali come quello della famiglia con la sociologa Chiara Saraceno o lo psicanalista Luigi Zoja, disabilità con lo psicologo Carlo Lepri, di nuove sfide con Sergio Manghi. Ci sarà chi cercherà di indicare una direzione nella globalizzazione come lo storico Andrea Riccardi o chi affronterà le intelligenze artificiali come Luisa Damiano e Hagen Lehmann, di nuova comunicazione parlerà Daniela Lucangeli. I cambiamenti nell’economia con Luigino Bruni , quelli climatici con Antonello Pasini, uomo e mondo con Luisella Battaglia e geopolitica con Nathalie Tocci e Simona Maggiorelli, rapporti di genere con Stefano Ciccone e Selene Zurzi e medicina e salute con il chirurgo Ugo Boggi. "Un modo per riflettere – ha spiegato Ceruti – su come affrontare i cambiamenti e come gestire questo delicato periodo storico". Emanuela Mazzi ha poi ricordato come si tratti di un’edizione speciale che racchiude le premesse per un futuro davvero migliore. "Abbiamo coinvolto con l’istituto scolastico territoriale le scuole – ha detto Mazzi:– sia per l’organizzazione con le magliette arancioni che per gli eventi culinari dell’alberghiero e i concorsi. Tuttavia quest’anno i ragazzi saranno chiamati a introdurre anche le varie conferenze affinché siano partecipi e protagonisti di un tema che li riguarda da vicino". Da corollario la mostra a palazzo Binelli degli li artisti under 35 sulle intelligenze artificiali curata da Chiara Dell’Olio .