Dante sul palco della ’Lombardini’. Applausi per gli alunni della primaria

A Gragnana, gli alunni della scuola primaria 'Jacopo Lombardini' hanno messo in scena una divertente versione della Divina Commedia, accompagnata da musica e mostre. Le maestre sono soddisfatte del lavoro svolto durante l'anno scolastico, puntando a valorizzare la scuola e coinvolgere la comunità.

Dante sul palco della ’Lombardini’. Applausi per gli alunni della primaria

Dante sul palco della ’Lombardini’. Applausi per gli alunni della primaria

Serata di festa e musica a Gragnana per la recita di fine anno degli alunni della scuola primaria ‘Jacopo Lombardini’. Diretti dalle maestre Giulia Gonnelli, Cristina Pucci, Anna Iacchetti, Riccarda Maestretti, Daniela Menconi, Rosalinda Accardo e Chiara Cacciatori, tutti i 15 studenti della scuola hanno organizzato nel campo da calcio dell’oratorio una rivisitazione in chiave comico-musicale della Divina Commedia, portando risate e colori fra le strade del paese con le musiche di Dalla, La Sad, Coldplay e Battisti. Non solo teatro, però. Nei giorni prima della recita i piccoli studenti sono riusciti a realizzare anche una mostra sul Sommo Poeta, per preparare al meglio il pubblico.

Grande soddisfazione da parte delle maestre, che hanno preparato lo spettacolo durante l’intero anno scolastico. "L’idea della Divina Commedia – spiega la maestra Giulia Gonnelli – è stata un’idea collettiva. A settembre, con i bambini, abbiamo iniziato un percorso a partire dalla domanda ‘cos’è un viaggio?’. Loro hanno dovuto prima cercare l’opinione di filosofi e scrittori per poi esprimere la propria. In questo modo si sono appassionati anche a Dante e ai suoi personaggi, e noi quindi abbiamo cercato di unire i temi della Divina Commedia a qualcosa di divertente e attuale per dare un tono più leggero. Da gennaio abbiamo iniziato a stendere il copione, mentre nelle ultime settimane i bambini hanno realizzato la scenografia e provato lo spettacolo". Un modo, questo, per ridare vita alla scuola e a tutto il paese. "È stato emozionante anche per noi e – aggiunge Gonnelli – e vogliamo ringraziare la dirigente Maria Concetta Consoli. L’obiettivo è quello di far tornare a brillare questa scuola, che adesso è pluriclasse, ovvero bambini di classi ed età diverse studiano assieme. È una scuola lenta, che rispetta i tempi di tutti".

Alessandro Salvetti