Chiude la banca in paese: "Lì c’è la tesoreria del Comune. Nessun preavviso, solo disagi"

La scelta della Bper di cessare l’attività della filiale a Monti scatena reazioni e proteste. Martelloni: "Un altro servizio che sparisce e che crea un problema di natura sociale".

Chiude la banca in paese: "Lì c’è la tesoreria del Comune. Nessun preavviso, solo disagi"

Chiude la banca in paese: "Lì c’è la tesoreria del Comune. Nessun preavviso, solo disagi"

La banca Bper chiude la sua filiale di Monti, creando un enorme disservizio per i cittadini, difesi dal primo cittadino. "Abbiamo ricevuto un preavviso solo ora - spiega Renzo Martelloni - e quindi neppure la comunità è stata avvisata. Nella lettera indirizzata a me e arrivata in questi giorni, la banca comunica che lo sportello verrà chiuso il 15 dicembre, quindi ad anno in corso, con un annuncio di soli due mesi. La cessazione della sede, oltre a creare un enorme disagio alla popolazione che all’improvviso si ritroverà senza un servizio fondamentale, mette in grande difficoltà il comune stesso che nella banca Bper ha la propria tesoreria costringendo, così, in tempi strettissimi, a trovare una nuova banca. Appena ho ricevuto la comunicazione ufficiale ho subito scritto alla sede centrale della banca. Non è possibile che si comunichi una scelta così importante con così poco preavviso, senza tenere in considerazione le esigenze di un territorio montano come quello di Licciana Nardi, che vede la località di Monti, sede della filiale, come luogo dei principali servizi del comune. I cittadini, dal 15 dicembre, saranno costretti a recarsi ad Aulla. E’ assurdo vedere come questa banca si impegni nel sociale con opere di grande lustro a livello nazionale, quando poi la nuova politica aziendale decide di tagliare le sedi fondamentali andando di conseguenza a creare un problema di natura sociale. Si fanno tanti appelli a pubblico e privato affinché si possano garantire i servizi base nei territori di area montana per evitarne lo spopolamento, e invece? E invece a pagare sono sempre quelle aree interne per le quali si continua a togliere tanto per dare pochissimo, lasciando in realtà che vadano a morire. Ho richiesto un incontro nell’immediato, farò il possibile per tutelare i miei cittadini e i loro interessi".