Andrea Albareni
Andrea Albareni

Villafranca in Lunigiana (Massa Carrara), 19 febbraio 2019 - Al "Bottero" di Villafranca è stata scritta una brutta pagina di sport, nel match di Seconda categoria Filvilla-Fortis Camaiore: l’arbitro è stato costretto a sospendere la gara al 94’ e ad espellere 6 giocatori tra i padroni di casa e 5 tra gli ospiti. Tutto a causa del parapiglia (per usare un eufemismo...) nato dal fallo di reazione di un giocatore ospite. L’entrata al limite del "rosso" di Orsoni ha scatenato la reazione di un avversario che ha rifilato un pugno a Es Saharaoui. A quel punto i giocatori delle due squader si sono affrontati con modi ben poco amichevoli, fra maglie strappate e insulti. Un scena sconcertante sotto gli occhi del direttore di gara che ha punito quelli che, ai suoi occhi, erano i responsabili della gazzarra.

Così avrebbe considerato espulsi ben 11 giocatori: le due squadre si sono trovato quindi in numero insufficiente (il limite minimo è 7) per proseguire il match che così è stato chiuso in anticipo quando mancavano due minuti alla fine. Ora sulla base del referto dell’arbitro il giudice sportivo prenderà i provvedimenti del caso: Filvilla e Fortis rischiano la contemporanea sconfitta a tavolino oltre alle squalifiche dei calciatori.

Il Filvilla però non ci sta e preannuncia reazioni. "Non ho mai preso posizione nei confronti degli arbitri – spiega l’allenatore delle ‘vespe’ Andrea Albareni – ma questa volta mi sento di dare gran parte della colpa proprio all’arbitro e alla sua incapacità, dovuta probabilmente all’immaturità di gestire una situazione di difficoltà. Avrebbe dovuto affrontare la situazione in modo del tutto differente per non scatenare quello che è poi successo. Quando poi la situazione si è calmata ha preso una decisione del tutto incomprensibile, sospendendo la partita e presentando un referto nel quale sono indicati ben 11 espulsi: ma la maggior di questi non ha preso parte al parapiglia".

Sulla stessa linea d’onda il pensiero del direttore generale Emiliano Bianchi: "Ci aspetta la sconfitta a tavolino, così come capiterà alla Fortis, probabilmente una penalizzazione e sicuramente una multa. In settimana discuteremo sull’eventualità o meno di continuare o meno un campionato che per noi sarebbe ormai soltanto una farsa".