La polizia costretta ad operare  una carica
La polizia costretta ad operare una carica

Carrara, 1 settembre 2019 - Sei agenti  di polizia feriti, un ultras dell'Alessandria arrestato, altri provvedimenti attesi nelle prossime ore: è questo il bilancio dei tafferugli scoppiati domenica all'esterno dello stadio dei Marmi prima della gara tra Carrarese ed Alessandria. La miccia che ha fatto scoppiare il caos è stata innescata dal manipolo di ultras piemontesi che alla rotonda di Turigliano hanno strappato lo striscione  appeso  dai supporter della Carrarese  per invitare tutti i tifosi a seguire  gli azzurri. Nessuna scritta offensiva ma solo lo striscione  degli ultras azzurri che invitavano tutti a sostente la Carrarese di Baldini.

Una volta raggiunto lo stadio, i tifosi dell'Alessandria hanno cercato il contatto con i supporter della Carrarese e la polizia  è stata costretta ad operare alcune cariche di alleggerimento. Nel trambusto generale un agente è caduto a terra e un tifoso dell'Alessandria lo ha colpito più volte con una cintura. L'ultras è stato poi bloccato e  arrestato. Domani in tribunale a Massa avrà luogo l'udienza di convalida dell'arresto.

Tre  poliziotti sono finiti all'ospedale Noa di Marina di Massa, altri tre appartenenti al reparto mobile di Genova  rimasti contusi hanno ripreso la strada verso il capoluogo ligure e saranno medicati al pronto soccorso dell'ospedale genovese. Gli  uomini del Commissariato attraverso le  immagini della videosorveglianza stanno cercando di ricostruire i fatti nei dettagli e potrebbero esserci altri arresti nelle prossime ore.

Guido Baccicalupi