Il membro FIM Davide Carlot, Luca Andreani e il maestro Massimiliano Ricci

Massa, 26 luglio, 2015 - Luca Andreani vuole entrare nell’Olimpo della Muay Thai. Il combattente massese, campione italiano WMC, parteciperà dal 13 al 25 agosto, al mondiale IFMA che si terrà in Thailandia e lo farà con la maglia azzurra della nazionale FIMT (Federazione Italiana Muay Thai), capitanata dal presidente Mauro Bassetti e dal membro IFMA Davide Carlot, che sarà presente al gran completo.

Un’edizione ancor più speciale poiché si svolgerà nella terrà natia della Muay Thai ed alla presenza delle autorità civili e militari del governo thailandese. Alla cerimonia sarà presente l’intera Casa Reale ed il ministro dello sport della Thailandia ed oltre al titolo mondiale saranno messi in palio dalla Casa Reale tre premi di enorme valore: la Coppa del Re, la Coppa della Regina e la Coppa della principessa; titoli ambitissimi dai pugili thai di tutto il mondo. Saranno, inoltre, presenti all’evento tutti rappresentanti del CIO (Comitato olimpico) che selezioneranno i migliori atleti che parteciperanno allo «Sport Accord», le olimpiadi delle arti marziali che si terranno in Perù nel 2016. Andreani cercherà di laurearsi il più forte atleta del mondo di categoria completando un’ascesa che ha avuto dell’incredibile.

Luca, classe 1994, ha iniziato a praticare la Muay Thai a 16 anni. Decisivo è stato l’incontro col maestro Massimiliano Ricci, grazie al quale ha subito il fascino da tale tipologia di combattimento. Il connubio con Ricci si è rivelato subito vincente. In soli 2 anni ha disputato ben 20 incontri raggiungendo da dilettante 2 titoli italiani e indossando per ben 4 volte la maglia della nazionali: 3 mondiali e una medaglia di bronzo. Raggiunta la maggiore età, Andreani è passato al professionismo confontandosi coi migliori atleti della nazione vincendo due titoli italiani professionistici: il Fight1 nel 2014 ed il prestigioso WMC nel maggio 2015.