Paolo Bonanni, Andrea Barlucchi,  Patrizia Fazzi e l'assessore Fiori
Paolo Bonanni, Andrea Barlucchi, Patrizia Fazzi e l'assessore Fiori

Massa, 10 maggio 2018 - Uno spettacolo della città per la città come non si è mai visto prima». E’ come gli organizzatori definiscono la rappresentazione in programma sabato pomeriggio nel centro storico, «Pinocchio, storia di un bambino di legno». Lo spettacolo teatrale diffuso che andrà in scena in quindici stazioni del cuore della città, con la partecipazione di centocinquanta artisti del territorio. Un’iniziativa itinerante presentata ieri in Comune alla presenza dell’autore Paolo Bonanni della Compagnia del molo, del presidente e vice presidente del Centro commerciale naturale «Massa da Vivere» Andrea Barlucchi e Patrizia Fazzi e dell’assessore alla Cultura Mauro Fiori.

Rappresentato in tutta Italia da diverso tempo, «è uno spettacolo di democrazia artistica perché lavoriamo nei centri storici e in palcoscenici naturali, valorizzando le città – spiega Bonanni – oltre al fatto che il cast è composto per la quasi totalità da artisti del territorio, in questo caso massesi». Quindi attori, ballerini, cantanti, musicisti, e giocolieri che fanno parte delle realtà amatoriale e professionali locali. Oltre al sostegno della Regione Toscana, lo spettacolo beneficia di due patrocini d’eccezione, quello della Fondazione nazionale Carlo Collodi e della Fondazione culturale Carlo Rambaldi, insieme a quelli dell’associazione Itinerarte e di Fonteviva.

"Soddisfatti sia il Ccn che il Comune – hanno ammesso Barlucchi, Fazzi e Fiori – ma anche emozionati per uno spettacolo tanto atteso e veramente di qualità". Otto i bambini massesi che interpreteranno il burattino senza fili. Il via alle ore 14.30 da piazza Bertagnini e a seguire partenze ogni venti minuti a gruppi.