Carrara, 27 agosto 2018 - I boccali in alto. Nuovo nome, Carrara bier fest, ma stesso mantra urlato da 41 anni. Si apre domani alle 19 a Carrarafiere la festa della birra. Con la stessa fopprumal si apre la festa nata nel 1976 quale scambio cultural-gastronomico in nome dell’amicizia fra Carrara e Ingolstadt. Da domani per dodici giorni protagonista sarà la Baviera con i boccali di birra, lo stinco, i pretzel, ai würstel e all’intrattenimento con musica tipica e spettacoli, tutto rigorosamente teutonico e in linea con il vecchio proverbio bavarese: “Mangiare e bere tiene uniti corpo e spirito“. C’è un gran fermento nello storico quartier generale della festa, il complesso fieristico di Marina dove il grande palco è già stato montato così come le panche e i tavoli per un totale di oltre 5000 posti a sedere. I camion targati Nordbräu hanno già scaricato le botti contenenti i primi 50mila litri di birra che inonderanno la Carrara Bier Fest, mentre altri ne arriveranno nei prossimi giorni, suddivisi in stock per garantire la freschezza. L’oro liquido biondo è il protagonista della manifestazione, direttamente importato dalla città di Ingolstadt dal birrificio Nordbräu, attivo fin dal 1693, che produce birra rispettando l’editto della purezza del 1516 e utilizzando l’acqua di un pozzo che, insieme alla sapienza del mastro birraio, sono il valore aggiunto di queste creazioni. Il backstage della festa è un via vai di lavoratori infaticabili che si muovono secondo uno schema consolidato e coordinato dal personale di Imm che da quest’anno ha preso in mano le redini dell’organizzazione, mantenendo inalterate le caratteristiche gastronomiche e culturali dello stesso. Si respira un’aria di trepida attesa tra le panche e le cucine appena montate, dove già si aggira anche il famoso “Jodler” Felix Faschingbauer che da domani tornerà a cantare sul palco. «Non abbiamo volutamente cambiato nulla, se non il nome, di questo evento atteso e molto partecipato non solo dai residenti, ma anche dai turisti e vacanzieri che scelgono Marina e la Versilia per trascorrere le proprie vacanze, oltre che da un folto pubblico proveniente dall’intera Toscana e dalle regioni limitrofe – dichiara Fabio Felici, Presidente di Imm –. Si tratta della più imponente festa della birra in stile tedesco realizzata fuori dai confini della Germania, un evento che attira oltre 140mila visitatori l’anno, numeri che ne testimoniano l’importanza in termini di ricaduta economica sul territorio». Stessi fornitori per birra e cibi tipici, stessi gruppi musicali e ballerini chiamati a intrattenere il pubblico, tutto secondo tradizione. L’unica novità importante riguarda l’aumento di zone coperte allestite con tavoli e panche per consentire la fruibilità della festa da parte dei visitatori anche in caso di pioggia. Si potranno degustare tre tipi di birra più una versione alcool free, pensata per chi deve mettersi alla guida». chi o il gustoso manzo e i fantastici formaggi e molte altre delizie tedesche.