Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Con Floris si apre il festival Via ai giorni di Con-Vivere

Dibattiti e spettacoli da domani fino a domenica 

Ultimo aggiornamento il 5 settembre 2018 alle 12:42
Giovanni Floris
Carrara, 5 settembre 2018 -  E Con-Vivere sia. Aldo Schiavone, Giovanni Allevi, Gad Lerner, Paola Cortellesi. E ancora: Philippe Daverio, Beppe Severgnini, Stefano Massini e Ascanio Celestini sono soltanto alcuni dei protagonisti del festival «Con-Vivere», la kermesse culturale organizzata dalla Fondazione CrC giunta alla 13esima edizione che quest’anno tratterà, da domani a domenica, il tema del lavoro. L’inaugurazione avverrà domani alle 17 al sagrato della chiesa del Suffragio in via Del Plebiscito, alla presenza del sindaco Francesco De Pasquale, dell’assessore alla Cultura Federica Forti, del presidente della Fondazione Alberto Pincione e dl direttore artistico Remo Bodei. Coordina Eva Giovannini. Subito dopo si terrà la conferenza con Giovanni Floris sul tema «Dalla scuola al lavoro. Perché insegnanti e studenti possono salvare l’Italia» (in caso di pioggia alla tensostruttura in piazza Farini). Tra le tante iniziative per il giorno di inaugurazione la conferenza alle 18 a palazzo Binelli con Stefano Zamagni «Economia civile», presentata da Corrado Benzio. Sempre in via Del Plebiscito, alle 19 con , in collaborazione con la Fondazione marmo «Innovazione e start-up!», presentata da Giovannini. In contemporanea all’ex ospedale san Giacomo la conferenza «Il lavoro interiore di trasformazione», l’evento di Yoga Mandarava. Un’ora prima, sempre al san Giacomola conferenza «Lo yoga e il lavoro di sé. L’alchimia della trasformazione». Alle 19,30 a palazzo Binelli la conferenza di Fabrizio Loreto «La fatica di Sisifo dei sindacati? La rappresentanza del lavoro nella storia italiana». In piazza Duomo invece, dalle 20,30 a mezzanotte la pellicola «Bianco animato. Le cave in celluloide» a cura dell’Accademia di belle arti. Cinema protagonista: alle 20,30 al Garibaldi va in scena con Isabella Ragonese e Daniele Vaccari la presentazione di «Cinema e lavoro ieri e oggi» e a seguire la pellicola «Sole, cuore, amore», il film di Daniele Vicari. Alle 21 in corso Rosselli lo spettacolo di Giovanni Allevi «Mamma voglio fare il musicista» e in piazza Accademia alle 21 la conferenza itinerante con l’Accademia Albericiana «Il lavoro nella storia dell’arte». Alle 21 all’Artistico la musica «Let’s work together!», performance musicale de «I percussionisti» del «Palma» e alle 21,30 a palazzo Binelli continua la mostra di Primoz Bikjak «Oltre le immagini». Il coro Monte Sagro si esibisce alle 22 alla tensostruttura con «Dalle cave alle case. Canti di lavoro al quotidiano» e alle 22,30 canti popolari del 900 al sagrato del Suffragio. Alle 23 al Garibaldi il film di Ermanno Olmi «Il posto».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.