Gloria Mattanini

Milano, 26 ottobre 2018 – Non solo dolci in forno per la livornese Gloria Mattanini a Bake Off Italia 2018. L’ottava puntata della sesta edizione del cooking show targato BBC, prodotto da Magnolia per Discovery Italia, e condotto da Benedetta Parodi, sforna prove sempre più complicate e imprevedibili. Sotto il tendone allestito nel parco di Villa Bagatti Valsecchi a Varado i tre giudici, Ernst Knam, Clelia D’Onofrio e il lucchese Damiano Carrara, chiedono una ricetta salata.

Ispirandosi al tradizionale, l’ex comandante della municipale di Piombino (così come gli altri concorrenti), per la prova creativa, deve preparare gnocchi al ragù e torcolo umbro, perfetto per fare la scarpetta. Gloria appare sicura di sé durante la prova. E, infatti, i suoi gnocchi vengono promossi a pieni voti. “Hai fatto un bel lavoro” dice il lucchese Carrara. Il maestro Knam, però, trova una pecca: “La schiacciata è… troppo schiacciata! È difficile fare la scarpetta”. 

Per la prova tecnica, gli aspiranti pasticceri devono preparare l’Aspic, piatto tipico degli anni Ottanta. Gloria deve seguire la ricetta di Knam che contiene carote, sedano, fragole, mousse di pistacchio e salsa di fragole. Il maestro non è convinto ma gli altri due giudici, in coro: “La salsa è fatta bene!”. E, infatti, si piazza quinta su dieci.

Per la prova sorpresa, i concorrenti creano due brigate capitanate dai Knam e Carrara, per preparare un cabaret di pasticcini che poi vengono giudicati da due bambini, ex concorrenti di Junior Bake Off. Gloria finisce col toscano Carrara, capitano dei grembiuli neri. “Mi sembra di essere tornata al comando dei vigili urbani” dice Gloria in riferimento al giudice lucchese che impartisce ordini alla squadra. Il problema della livornese è la pasta frolla e Carrara gliela fa rifare almeno tre volte. Ma poi il pasticcino è squisito. Nel complesso, l’ex vigilessa è stata brava e passa alla nona puntata, in onda 2 novembre su Real Time.