Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Forte, tutto da rifare. Si va sabato alla bella

Hockey serie A1: Gual non basta, Ambrosio e Muglia trascinano il Bassano alla vittoria. Inutili gli assalti finali alla porta avversaria

Il Forte sconfitto ieri dal Bassano deve ricorrere alla bella di sabato sera
Il Forte sconfitto ieri dal Bassano deve ricorrere alla bella di sabato sera
Il Forte sconfitto ieri dal Bassano deve ricorrere alla bella di sabato sera

Il Gds Impianti Forte dei Marmi perde in casa (5-3, primo tempo 1-1) contro il Bassano gara due dei quarti di finale e la sfida torna in parità. L’accesso alle semifinali si deciderà sabato sempre al Palaforte.

Squadre al completo e buona cornice di pubblico per una gara giocata su ritmi elevatissimi. Al 1’ azione personale di Rubio il cui tiro colpisce l’incrocio dei pali; sul capovolgimento di fronte Gnata para su Scuccato. Dopo la parata di Català sul tiro da fuori di Rubio (2’), Forte in vantaggio grazie a Gual che finalizza in area un perfetto assist di Rubio (3’). Le due contendenti continuano confrontarsi a velocità elevata e a impegnare i due estremi difensori come avviene con i tiri di Illuzzi dal limite (5’) e Coy dalla distanza (6’). Al 10’ Muglia impegna Gnata dopo un’azione personale e lo stesso Muglia, ben servito da Ambrosio, pareggia 1’ dopo con una conclusione angolata in area. Al 12’ prima Gnata para su alza e schiaccia di Muglia e poi Gil serve Gual il cui tiro non sorprende Català. Al 16’ Gnata salva su una deviazione di Amato in area e al 18’ Català fa altrettanto sul tiro di Cinquini da metà pista. Negli ultimi minuti non cala il ritmo, ma affiora qualche errore in più da entrambe le parti in fase di impostazione.

Grande equilibrio nella prima parte della ripresa con occasioni da rete per entrambe le squadre. Al 7’ un errore a metà pista mette in condizioni Ambrosio di battere Gnata. I rossoblu raddrizzano dopo pochi secondi grazie a Rubio, ben servito in area da Gil. Al 10’ espulso Illuzzi, Gnata para il tiro diretto di Ambrosio, ma in superiorità numerica Scuccato riporta avanti i giallorossi con un tiro da fuori. Al 16’ c’è il pareggio di Gual con un tiro dal limite che s’insacca sotto la traversa. Passa un minuto e il Bassano torna avanti, stavolta definitivamente, grazie a un rasoterra di Muglia. I padroni di casa si gettano in avanti scoprendosi e venendo castigati da Ambrosio in contropiede (23’).

Negli altri quarti di finali, già qualificati per le semifinali Trissino e Lodi. Risultati di gara due (fra parentesi quelli di gara uno): Trissino-Vercelli 3-2 (4-0), Lodi-Grosseto 5-2 (4-1), Follonica-Valdagno 7-8 dopo i rigori con decisivo l’ultimo tirato da Motaran (8-7). Anche questa sfida andrà sabato alla bella

Giulio Arnolieri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?