Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Bama vola dritto alla semifinale Travolto il Biancorosso Empoli

Ora i rosablu aspettano la vincente tra Laurenziana e Valdera e la sfideranno domenica 15 maggio

Il team di Giuntoli è già qualificato per la semifinale play-off del 15 maggio
Il team di Giuntoli è già qualificato per la semifinale play-off del 15 maggio
Il team di Giuntoli è già qualificato per la semifinale play-off del 15 maggio

BAMA

89

BIANCOROSSO

61

BAMA ALTOPASCIO: F. Creati 14, Pellegrini 5, Del Frate 8, Pinzani 2, Bini Enabulele 12, M. Creati 6, Salazar 31, Lorenzi 3, Arrabito 2, Doveri 6. All.: Giuntoli.

BIANCOROSSO EMPOLI: Baccetti 11, Menichetti 3, Cappelletti, Pozzolini, Berti 17, Giannone 10, Ghizzani 9, Cerchiaro 9, Pinzani 2. All.: Valentino.

Arbitri: Marinaro e Sposito.

Note: parziali 24-22, 48-35, 69-51.

PONTE BUGGIANESE - Il Bama Altopascio is back. E’ ritornata la squadra del girone di andata, grazie anche al rientro di alcuni giocatori-chiave, come Arrabito: una compagine a tratti spettacolare, efficace, cinica. Un quasi trentello rifilato sul groppone di Empoli, arrivato quarto in regular season, è bene ricordarlo e che, prima di incontrare i rosablu, era reduce da 11 vittorie consecutive.

Domenica scorsa il blitz in Valdelsa, bissato dal netto successo del "Palapertini". Nessuno avrebbe mai pensato ad un 2-0 così facile per la franchigia del presidente Sergio Guidi che, adesso, è già in semifinale. L’altra formazione che c’è riuscita è la corazzata Mens Sana Siena. Bini e compagni, adesso, potranno prepararsi nella maniera migliore, perché ritorneranno sul parquet solo domenica 15 maggio. L’avversaria sarà decisa domani, nella sfida tra Laurenziana e Valdera. La situazione è di una vittoria per parte, con i fiorentini favoriti in quanto avranno la "bella" in casa.

La gara contro Empoli è durata, in pratica, il primo quarto, caratterizzato da notevole equilibrio. C’era il giusto timore per questa partita. Sia per il valore dell’avversario sia, forse, soprattutto, per lo stato febbrile di Bini Enabulele. Particolare stato d’animo per Lorenzi, con la moglie ricoverata in dolce attesa. L’ala rosablu è giunta al "Palabridge" pochi minuti prima del match.

In avvio gli ospiti colpiscono dal perimetro con precisione chirurgica. I vari Giannone, Baccetti, Berti e l’inossidabile Ghizzani sono una sentenza. Il Bama inizia soffrendo ed insistendo troppo nel cercare Salazar. Coach Giuntoli chiama time out e mette in ordine il puzzle rosablu. Il 7-15 si trasforma in 16-12, grazie a Del Frate con due triple. 24-22 sulla prima sirena e seconda frazione dove Salazar, mvp per acclamazione del pubblico, prende in mano pennello e tavolozza, iniziando a dipingere canestri. Filippo Creati si incunea come un serpente in area, Bini domina nella stessa, Lorenzi timbra dall’arco e Pellegrini in jump.

Empoli prova a rientrare (43-35), ma, prima un tap-in, poi un fade away di Arrabito riportano il gap in doppia cifra: 48-35 all’intervallo e ripresa che, dopo 8“, vede una tripla di Cerchiaro (48-38). Segnale di allarme che il Bama coglie al volo. Salazar segna in ogni dove e il vantaggio si dilata, con Marco Creati che difende durissimo su chicchessia. Ultima frazione sul +18. I ragazzi di coach Valentino non mollano, ma devono arrendersi. Marco Creati timbra dall’arco; entra Doveri, non al meglio e piazza anche lui due triple. Inizia un mega-garbage time. Finale con un bel canestro di Pinzani.

Finisce con la comunità rosablu, "esodata" in massa da Altopascio a Ponte Buggianese, che dà il via al pandemonio finale.

Massimo Stefanini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?