Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Referendum, Salvini fa tappa a Lucca per il 'no' / FOTO

Il leader della Lega Nord ha fatto una breve tappa in città per sostenere il 'no' al referendum del 4 dicembre

Ultimo aggiornamento il 25 novembre 2016 alle 11:33
Matteo Salvini a Lucca (foto Alcide)

Lucca, 25 novembre 2016 - Oltre un centinaio di persone hanno accolto questa mattina il leader della Lega Nord Matteo Salvini che ha fatto una breve tappa a Lucca, alla Stella Polare, all'interno del suo tour per sostenere il 'no' al quesito referendario costituzionale del 4 dicembre. Tanti applausi e ancora di più selfie da parte dei presenti che hanno invitato il leader del Carroccio a mandare a casa il premier Matteo Renzi. "Stiamo arrivando - è stata la risposta di Salvini - più Renzi si incazza più crescono i 'no'. Dobbiamo convincere il maggior numero di persone ad andare a votare il 4 dicembre perché se dovesse passare questo referendum saremmo schiavi totalmente dell'Europa. Prima liberiamoci di queste persone e poi passeremo a lavorare per conquistare il Paese, così come Lucca, Camaiore e Forte dei Marmi. Lucca ha bisogno di una marcia in più".

"La Toscana è la terra dei municipi, dei campanili e delle identità e questa riforma cancella tutte le autonomie e rimette tutto nelle mani dello Stato e di Bruxelles. Per questo penso che questa regione dica di no al referendum. L'Italia è bella perché è diversa. Non è piatta, non è uguale, non è una marmellata. Non decide tutto Roma e men che meno Bruxelles". Non è mancato poi un commento alla ricorrenza di oggi, giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.