Caos in Rete dopo il commento del consigliere comunale Massimo Della Nina
Caos in Rete dopo il commento del consigliere comunale Massimo Della Nina

Porcari (Lucca), 27 luglio 2021 - Younes El Bossettaoui, il marocchino di 39 anni ucciso a Voghera da un colpo di pistola sparato dall'assessore alla sicurezza Massimo Adriatici, "era un rifiuto umano". È polemica per la frase scritta su Facebook da un consigliere comunale di opposizione a Porcari, Massimo Della Nina.

"Ora spostate pure l'attenzione sull'assessore armato che avrà, lui sì, la vita rovinata - scrive Della Nina - da questo autentico rifiuto umano. Ecco chi è morto l'altro giorno a Voghera. Oggi il mondo è un posto un po' più pulito".

Critico il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. "Era una persona che aveva bisogno di aiuto ed è invece stata abbandonata a se stessa - scrive Fratoianni su Facebook -. Era un uomo che aveva sbagliato, più volte, e aveva un conto aperto con la giustizia e la collettività. Un conto che non può, in alcun modo, essere pagato con il sangue. Perché la giustizia privata non esiste. Si chiama vendetta, si chiama omicidio. Tutto questo era l'uomo ucciso barbaramente in piazza dall'assessore della Lega a Voghera".

Per Fratoianni, "chi, più o meno velatamente, sostiene che meritasse di essere ucciso è semplicemente un essere disumano. Soprattutto man mano che dalle indagini emergono nuovi, agghiaccianti, dettagli su quanto è accaduto".