Solidarietà e Sviluppo. Accoglienza nel territorio

L’associazione ha visto riconosciuti i tanti sforzi a livello provinciale nei servizi offerti nei centri collettivi con capacità ricettiva fino a 50 posti .

Solidarietà e Sviluppo. Accoglienza nel territorio

Solidarietà e Sviluppo. Accoglienza nel territorio

Quello di Solidarietà e Sviluppo si conferma un modello di accoglienza che funziona. Dopo essersi posizionata prima in assoluto, in provincia di Lucca, nella gestione delle singole unità abitative per offerta tecnica, la Cooperativa Sociale – con sede a Fornoli di Bagni di Lucca – ha infatti visto riconosciuto il suo primato provinciale anche nei servizi offerti presso i centri collettivi con capacità ricettiva fino a 50 posti.

Ad attestarlo è l’ultimo bando della Prefettura di Lucca dove la commissione giudicatrice, costituita da un Presidente e due Membri, ha attribuito alla Coop SoSvi, che gestisce centri collettivi a Bagni di Lucca e Fornaci di Barga, il punteggio più alto nella graduatoria del disciplinare di gara. I criteri di valutazione dell’offerta tecnica prevedevano un punteggio per l’organizzazione del servizio sotto il profilo della disponibilità di risorse umane, uno sotto quello dell’efficientamento del servizio ed uno, infine, relativo alle proposte migliorative.

Nello specifico, per quanto concerne le risorse umane, sono stati valutati e premiati i servizi di direzione, assistenza sociale e mediazione culturale, il monte ore annuale per l’intervento del medico a chiamata e le specifiche conoscenze linguistiche del personale della Cooperativa.

Sono stati inoltre riconosciute l’efficienza e funzionalità delle modalità di erogazione in rete dei servizi. Una serie di dati molto positivi per quanto riguarda il lavoro quotidiano svolto dall’associazione. Tra i parametri presi in considerazione anche la predisposizione di un programma di elaborazione dei dati sui servizi affidati in gestione necessari ai compiti di controllo, piani e metodi di garanzia della qualità delle derrate alimentari fornite, sotto il profilo della loro genuinità e del loro stato di perfetta conservazione ed igiene, dall’atto dell’acquisto alla loro consegna presso la struttura di accoglienza e le efficaci misure intese a ridurre l’impatto ambientale in termini di consumi ed inquinamento.

Marco Nicoli