Lucca, 6 settembre 2019 - Brutto incidente nel pomeriggio di ieri per un cercatore di funghi di 84 anni, scivolato rovinosamente per oltre 7 metri lungo un dirupo nella zona di Arni. L’uomo, esperto conoscitore della montagna, che si trovava su una via bianca al confine tra la Garfagnana e l’Alta Versilia è scivolato in un momento di disattenzione, forse a causa del cedimento di un bordo stradale e dopo l'impatto non è più riuscito a muoversi.

 L’allarme è arrivato alla centrale operativa del comando dei Vigili del Fuoco di Lucca intorno alle 16,15, seguito dall’immediato intervento, meno di un minuto dalla comunicazione alla partenza, di squadre equipaggiate con mezzi saf partite rispettivamente dai distaccamenti di Pietrasanta e Castelnuovo di Garfagnana, vista la zona di confine tra i due territori. Gli uomini in soccorso, ai quali si sono aggiunte unità di alta specializzazione appartenenti al  nucleo speleo-alpino-fluviale di Lucca, hanno recuperato l’uomo, immobilizzandolo poi per la completa messa in sicurezza, nel caso di fratture presenti, sulla tavola spinale, dotandolo anche di collare cervicale.

Nonostante l’età e il pauroso volo, l’uomo sarebbe sempre rimasto cosciente e vigile, condizione che non ha reso necessario l'intervento dell'elicottero, già informato della possibilità a causa delle notizie frammentarie che arrivavano dal luogo dell'incidente. La situazione clinica generale, infatti, non presenterebbe fortunatamente pericolo per la sua vita.

Sul posto con lui si trovava la moglie, anche lei in età avanzata, che prima della salita dell'uomo sull’ambulanza  della Misericordia di Arni pronta per condurlo all’Ospedale Versilia, lo ha salutato con un bacio e una frase che ha stemperato non poco il clima emergenziale: "Almeno ora non scappi più" - ha detto tra le lacrime la signora -.