Nelle prossime ore l’Asl sottoporrà ancora a tampone l’ultra ottantenne
Nelle prossime ore l’Asl sottoporrà ancora a tampone l’ultra ottantenne

Lucca, 25 giugno 2020 - Il verdetto tra i letti della Rsa Paoli-Puccetti di Gallicano, potrebbe arriva fra oggi e domani. Quando saranno esaminati i tamponi a cui l’ospite ultra80enne della struttura, tornato positivo a un mese dalla completa guarigione dal Covid. L’esito del doppio test stabilirà se l’uomo si è riammalato ’davvero’ dopo la guarigione. L’anziano, risultato positivo il 28 marzo, era stato giudicato ‘negativizzato’ il 24 maggio dopo quasi 60 giorni di malattia con sintomi come febbre e difficoltà respiratorie. La scoperta è arrivata quasi per caso 48 ore fa. L’ospite doveva recarsi al S.Luca per un intervento di routine e, come previsto dal protocollo, prima di uscire dalla Rsa è stato sottoposto al test. Risultando positivo. La casa di riposo ora eseguirà altri due tamponi per accertare la positività definitiva. Quelle individuate dal tampone di due giorni fa infatti potrebbero essere minuscole quantità di genoma del virus ancora presenti e sfuggite ai controlli precedenti.

Si tratta del secondo caso di ospite della Rsa Paoli-Puccetti tornato positivo dopo la guarigione in meno di un mese. Prima era toccato a un uomo di oltre 84 anni ricoverato al San Luca che ora si trova col virus in circolo da oltre 20 giorni. L’uomo adesso è ricoverato in ospedale dopo un’emorragia cerebrale (che non ha niente a che fare col virus). Ma ha anche un principio di polmonite batterica. Due giorni fa è arrivata la nuova tegola con un altro caso di positività . La casa di riposo di Gallicano al momento ospita 7 anziani e come previsto da un’ordinanza regionale del 7 aprile è ’struttura Covid’: l’Asl cioè ha affiancato nell’assitenza agli ospiti i gestori e al momento ospita solo malati di Covid-19. Oppure ospiti che lo sono stati e sono guariti. Sul caso è intervenuto ieri il consigliere regionale di Forza Italia, Maurizio Marchetti.

"Dopo la strage di anziani che purtroppo anche in Toscana si è consumata nelle case di riposo tra cui proprio quella di Gallicano – commenta – sarebbe inaccettabile assistere a sottovalutazioni sul nuovo caso covid positivo registrato nella Rsa Paoli-Puccetti e scoperto quasi per caso. Bisogna isolare subito tutto e sottoporre a screening a tappeto ospiti e operatori per evitare che quella Rsa torni ad essere un focolaio o un vettore di trasmissione verso l’esterno del virus". La richiesta di Marchetti: tenere la guardia alta.

"Questo è un virus – spiega – nuovo su cui nessuno ha verità in tasca. La sola verità è che ne scopriamo i comportamenti col passare del tempo. In questo senso, i decorsi di guarigione rappresentano a loro volta una novità e possono presentare sorprese come per questo signore. Bisogna tenere la guardia alta". Fiducia al personale della struttura arriva dal sindaco di Gallicano, David Saisi che tira una frecciatina a Marchetti: "Sarà l’Asl a prendere tutte le precauzioni del caso conoscendone i dettagli. Rinnovo la mia totale fiducia nella Asl e nel personale. Sul virus già fanno casino gli scienziati, figuriamoci i politici".