Lucca, 12 settembre 2018 - L’imprevista novità, in epoca non sospetta, è l’assist che arriva dal centrodestra, e quindi dalle file dell’opposizione, alle politiche sulla scuola attuate dalla Provincia. E’ il consigliere Simone Simonini (Alternativa civica Centrodestra), nonché vicepresidente della Commissione politiche scolastiche, a guadagnarsi il rarissimo «posto al sole» nel comunciato stampa inviato ieri da Palazzo Ducale, esprimendo soddisfazione per i risultati ottenuti dall’ente. «La Provincia di Lucca a livello regionale – commenta infatti Simonini – è risultata la più attiva, con molti finanziamenti ottenuti dal bando Mutui Bei 2 per i lavori di adeguamento sismico, efficientamento energetico, ristrutturazione igienico-sanitaria e adeguamento alla prevenzione incendi. Un risultato raggiunto grazie ad un lavoro oculato tra amministrazione e uffici competenti. Le scuole partiranno regolarmente il 17 e i pochi disagi saranno risolti in breve tempo. Come minoranza incalzeremo la Provincia per una più ampia collaborazione sulla tematica della sicurezza». L’occasione dell’outing è quella della riunione della terza commissione provinciale scolastica della Provincia, che sta puntando a un «monitoraggio capillare e continuativo e soprattutto un’attenzione specifica alle problematiche dell’edilizia scolastica, comprese le palestre collegate agli edifici e un più stretto rapporto con i dirigenti scolastici per le problematiche in essere e quelle che si possono affacciare in seguito».
 
La commissione consiliare sulle politiche scolastiche, l’edilizia del settore è presieduta da Luca Paoletti e ieri ha incontrato Menesini, presenti anche i consiglieri di maggioranza Nicola Boggi e Lucio Pagliaro. Il presidente Menesini ha ricordato che «la Provincia di Lucca è risultata la prima amministrazione provinciale in Toscana per finanziamenti ottenuti nell’ambito dell’ultimo bando Mutui Bei indetto dalla Regione Toscana con ben 31 progetti inseriti nel Piano triennale di finanziamento per l’edilizia scolastica 2018-2020: circa 141 milioni di euro che consentiranno alla Provincia di mettere in sicurezza statica, riqualificare, ammodernare e rendere più funzionali molte delle 45 scuole superiori del territorio di cui è competente Palazzo Ducale». Sul tavolo della Commissione, non potevano mancare i problemi inerenti il trasloco del Civitali-Paladini. Per queste e per altre scuole c’è una buona notizia.
 
«Abbiamo preso atto che sono state sbloccate delle risorse precedentemente messe a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per la piccola e media manutenzione degli edifici – ha annunciato Luca Paoletti – , tema sul quale vogliamo avviare una collaborazione fattiva con i presidi per programmare anche gli interventi di ordinaria manutenzione. Da parte di tutti i componenti della Commissione, infine, è stato affermato che solo con una stretta collaborazione di tutti gli enti coinvolti, Regione, Provincia e Comuni, è possibile risolvere i problemi legati all’uso delle scuole del territorio».-